White Sand Beach - Koh Chang
Destinazione Thailandia L'Est

L’arcipelago di Mu Koh Chang

Tra gli ultimi paradisi thailandesi

Alla scoperta di Mu Koh Chang

Sull’onda dei tantissimi commenti entusiasti, ho dedicato l’abituale viaggio di fine anno alla scoperta delle isole più grandi di Mu Koh Chang. A consuntivo, complice un clima stupendo, devo dire che la realtà ha superato di gran lunga l’aspettativa. In questo angolo della Thailandia è ancora possibile trovare paesaggi da cartolina, fondali da documentario, spiagge deserte di sabbia come farina e foreste pluviali incontaminate. Le isole di Mu Koh Chang sono in grado di soddisfare ogni esigenza: dalla più turistica Koh Chang per chi non vuole rinunciare alla mondanità, alla tranquilla Koh Mak, ideale per famiglie, o a Koh Kood, vera icona del paradiso tropicale, perfetta per una luna di miele.

Koh Kood, tratto della costa occidentale

Koh Kood, tratto della costa occidentale

Questo post vuole offrire una panoramica generale dell’area, prima degli approfondimenti dedicati alle singole isole. Come sempre, l’intento è quello di darvi un piccolo assaggio e informazioni utili alla programmazione della vostra vacanza.

Un po’ di geografia

Mu Koh Chang è un arcipelago formato da una cinquantina tra isole, isolotti e scogli. Si trova a 8 km al largo della costa della provincia di Trat, nella parte orientale del golfo della Thailandia, a poche miglia dalla Cambogia. Dal dicembre 1982, parte dell’arcipelago è parco nazionale che si estende per 650 kmq, di cui il 70% è mare. Le isole più grandi sono caratterizzate da montagne granitiche, ricoperte da lussureggianti foreste tropicali che ospitano una grande varietà di piante e animali.

Acque trasparenti
La struttura granitica delle isole, la loro lontananza dalla costa, soprattutto per quelle più meridionali, e l’assenza di grandi fiumi che sfociano in mare in prossimità dell’arcipelago fanno si che l’acqua sia particolarmente limpida. Molte delle isole ospitano barriere coralline, una vera gioia per gli appassionati di immersioni.
Sviluppo turistico controllato
Il turismo ha cominciato a interessarsi a Mu Koh Chang dagli anni ’80 e solo in questi ultimi anni è diventata una meta molto rinomata. Le norme restrittive del Parco, la relativa lontananza da un aeroporto, l’impossibilità di traghettare grandi autobus hanno impedito finora uno sviluppo dissennato, sullo stile di Phuket e Koh Samui. La porta principale dell’arcipelago è l’isola di Koh Chang, la più grande e vicina alla costa. É l’unica che ospita un’importante attività turistica, concentrata sulla costa occidentale che è al di fuori della tutela del Parco.

Le tre isole più grandi

Koh Chang
Koh Chang, conosciuta anche come “Elephant Island”, per un suo promontorio a forma di elefante, è la terza isola più grande della Thailandia, dopo Phuket e Samui. Nonostante l’aumento del flusso di turisti negli ultimi dieci anni, ha mantenuto il suo carattere remoto e selvaggio. Dalle cime montuose ricoperte di giungla alle ampie insenature, dalle grandi cascate alle rigogliose barriere coralline, dai semplici bungalow ai resort di lusso, dalle spiagge affollate a baie molto tranquille, Koh Chang ha molto da offrire per tutti.
Koh Mak
Koh Mak è l’isola perfetta per una vacanza lontana da tutto. É pianeggiante in confronto alle isole vicine, con un interno occupato da piantagioni di alberi della gomma e palme da cocco. Sulle coste scoprirete bellissime spiagge, con acque cristalline che lambiscono dolcemente la sabbia bianca. Dato che Koh Mak è proprietà privata, lo sviluppo sull’isola è stato attentamente controllato. Questo significa che troverete solo piccoli resort che si affacciano con i loro bungalow sulle spiagge. É il luogo ideale per chi cerca tranquillità e una fuga dallo stress della vita moderna.
Koh Kood
Il termine “gemma nascosta” descrive perfettamente Koh Kood, che è la seconda più grande isola dell’arcipelago. Nonostante le sue dimensioni, è popolata solo da 2.000 residenti permanenti. Simile a Koh Chang, il terreno è montuoso e coperto di giungla. Le acque che la circondano l’isola sono cristalline e le splendide spiagge di sabbia bianca sono tra le più belle della Thailandia. Infine per chi vuole osservare da vicino la vita del posto, l’isola ospita due villaggi di pescatori molto interessanti da visitare.

Koh Mak, la spiaggia di Ao Suan Yai

Koh Mak, la spiaggia di Ao Suan Yai

Quando andare

Nell’arcipelago di Mu Koh Chang, il clima è tropicale, caldo tutto l’anno, con una stagione delle piogge molto intensa, che va da maggio a ottobre, e una stagione secca, da dicembre ad aprile. A marzo e aprile, prima dell’arrivo del monsone, c’è un aumento delle piogge mentre a novembre può ancora passare qualche ciclone tropicale.
La temperatura è elevata tutto l’anno, con massime che non scendono sotto i 28°C. A fine dicembre e inizio gennaio possono capitare occasionali minime notturne sui 18-20°C. Da febbraio, le temperature aumentano così che marzo, aprile e maggio sono di solito i mesi più caldi dell’anno, con massime che raggiungono i 35-36°C.
Mu Koh Chang è una zona dove le piogge nel periodo dei monsoni sono particolarmente abbondanti, perché i venti sud-occidentali colpiscono direttamente l’aerea. Da giugno a settembre, le precipitazioni superano i 500 mm al mese. Per gli amanti del nuoto e delle immersioni, l’acqua è piacevolmente calda tutto l’anno con temperature che variano dai 26 ai 30°C.

Carta climatica di Koh Chang

Come raggiungere l’arcipelago di Mu Koh Chang

Come arrivare a Koh Chang? É la domanda preoccupata che ricorre spesso nei forum dedicati alla Thailandia. In passato c’erano solo pochi autobus pubblici per Trat, ma fortunamente le cose sono migliorate e oggigiorno ci sono una miriade di opzioni per raggiungere le isole. Auto e minibus con autista privati, bus e minibus pubblici e, se avete fretta, volare all’aeroporto di Trat: c’è solo l’imbarazzo della scelta. I moli di partenza per battelli e motoscafi veloci sono situati a Laem Ngop, per Koh Chang e Koh Mak, e Laem Sok per Koh Mak e Koh Kood.

Da Bangkok a Laem Ngop

99 Express Bus da Ekamai
Una scelta conveniente, sia in termini di denaro che di tempo, sono i 99 Express Bus che collegano direttamente l’Eastern Terminal di Ekamai al molo di Laem Ngop. Ci sono due partenze giornaliere, alle 7:45 e alle 9:00, che fermano anche alla stazione degli autobus del Suvarnabhumi Airport, alle 8:20 e alle 9:45. Il viaggio dura 6-7 ore e costa 275 baht. Per il ritorno, ci sono due partenze giornaliere dai moli di Laem Ngop, alle 14:00 e alle 16:00.
Bus e minibus da Suvarnabhumi
La compagnia Burapha gestisce un servizio diretto dal Suvarnabhumi fino a Lonely Beach, a Koh chang. Il banco dove acquistare i biglietti lo trovate al piano terra, gate 8, dell’aeroporto. Non è possibile effettuare prenotazioni. L’azienda utilizza bus e minibus a seconda dell’ora del giorno.

Suvarnabhumi Airport, banco della Burapha

Suvarnabhumi Airport, banco della Burapha

Le partenze sono: 7:50 (bus), 9:30 (minibus, in alta stagione se ci sono passeggeri), 11:00 minibus e 14:00 (minibus). Il viaggio dura 6 ore fino a Klong Son, a Koh Chang. Qui trovate minibus o songthaew in attesa per portarvi in prossimità del vostro resort. Il biglietto di solo andata costa 600 baht, che comprende il traghetto e il trasferimento fino a Lonely Beach. Per Bang Bao e la costa orientale si deve pagare un supplemento.
Per il ritorno, le partenze da Klong Son sono: 7:00 (minibus), 12:00 (bus), 17:00 (minibus) e 19:00 (minibus, alta stagione se ci sono passeggeri). Il biglietto A/R costa 900 baht, che non comprende però il trasferimento dal vostro resort a Klong Son.

Da Bangkok a Trat

Bus e minibus da Ekamai
Diverse compagnie di bus e minibus collegano l’Eastern Terminal di Ekamai alla stazione dei bus di Trat. Ci sono partenze ogni ora e in alcune fasce anche ogni 30 minuti. Non è necessario prenotare, salvo in periodi particolari come capodanno e il Songkran. Il biglietto costa 265 baht e può essere comprato direttamente in stazione o in qualsiasi agenzia. Il viaggio dura 5-6 ore. Fate presente all’autista che state andando a Koh Chang e vi lascerà in un punto fuori Trat dove sarete raccolti da songthaew che per 60 baht vi porteranno fino ai moli.
Stesso discorso per il ritorno. Anche da Trat a Ekamai ci sono partenze molto frequenti. Il viaggio dura 6 ore e costa 265 baht. Ai moli troverete songthaew che vi porteranno alla stazione degli autobus.
Bus e minibus da Mochit
Alcune compagnie di bus e minibus effettuano servizio tra il Norther Terminal di Mochit e Trat. Le partenze sono meno frequenti, ogni 2 ore circa. Il viaggio dura 6-7 ore e costa 270 baht.
Aereo
L’aeroporto di Trat è servito solo da Bangkok Airway, che ne ha l’esclusiva. Da Bangkok, ci sono tre partenze giornaliere: 8:20, 11:40 e 16:15. Per il ritorno le partenze sono: 10:00, 13:10 e 18:15. Il viaggio dura un’ora e costa dai 3700 ai 5000 baht.
L’aeroporto di Trat si trova a 20 km, 30 minuti di auto, dai moli per le isole. Al vostro arrivo troverete minibus che vi porteranno fino al vostro resort, se andate a Koh Chang, o ai moli per Koh Mak e Koh Kood. Il biglietto costa 500 baht fino al vostro resort a Koh Chang, 500 baht fino al molo per Koh Mak e 700 baht fino al molo per Koh Kood.
Se siete una famiglia, un gruppo di amici o volete viaggiare da soli potete noleggiare un taxi o un minibus con autista. Il costo varia dai 1500 ai 2000 baht a seconda della destinazione, del mezzo usato e del numero di passeggeri. Il servizio è prenotatile online.

Da Bangkok a Laem Sok

Autobus diretto
La compagnia Boonsiri effettua un servizio diretto da Bangkok a Laem Sok, punto di partenza per Koh Mak e Koh Kood, in coincidenza con i loro catamarani. I bus partono due volte al giorno, alle 5:00 e alle 8:00, da Tanit Rd vicino a Khao San Rd. Il biglietto costa 750 baht per Koh Mak e 850 baht per Koh Kood, comprendente bus e catamarano. Con il bus delle 5:00 prenderete il catamarano delle 10:45, mentre con il bus delle 8:00 quello delle 14:00. Lungo il tragitto si ferma a raccogliere i passeggeri provenienti da Pattaya. Dal 16 maggio al 15 ottobre, c’è solo un bus che parte alle 7:00 in coincidenza con il catamarano delle 13:30.

Catamarano della Boonsiri

Catamarano della Boonsiri

Il ritorno ha lo stesso prezzo, con due partenze. Il primo catamarano lascia Koh Kood alle 9:00 in coincidenza con il bus delle 11:00, che arriva a Khao San Rd alle 17:00. Il secondo catamarano lascia Koh Kood alle 12:00 in coincidenza con il bus delle 14:30, che arriva a Khao San Rd alle 20:30. Gli autobus fanno sosta a Lat Krabang vicino alla stazione del Airport Rail Link, che per permette di arrivare a Suvarnabhumi in 20 minuti. Dal 16 maggio al 15 ottobre, c’è un solo catamarano che parte da Koh Kood alle 9:00 in coincidenza con il bus delle 11:00 che arriva a Khao San Rd alle 16:30.

Da Trat a Laem Sok

A parte i bus della Boonsiri, non esiste nessun altro servizio diretto da Bangkok per Laem Sok. Si dovrà quindi viaggiare con bus e minibus che partono da Ekamai o Mochit e arrivano a Trat. Se prendete i primi mezzi del mattino, tra le 5:00 e le 6:00, riuscirete ad arrivare in tempo a Laem Sok per imbarcarvi per Koh Kood. Se partirete più tardi, dovrete prevedere di pernottare a Trat. Le diverse compagnie di navigazione offrono bus navetta gratuiti per i moli, che lasciano la città un’ora abbondante prima della partenza delle imbarcazioni, che avvengono tra le 10:45 e le 14:20. Lo stesso servizio gratuito funziona al contrario, dai moli alla città. La stazione degli autobus si trova un km fuori da Trat con songthaew che fanno la spola, per 30 baht a persona.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.