La baia di Bang Bao
Destinazione Thailandia L'Est

La baia di Bang Bao, Koh Chang

Guida alla visita

Bang Bao, la baia, il villaggio e la sua spiaggia

La stupenda baia di Bang Bao è situata nel sud ovest di Koh Chang. E’ accessibile percorrendo la strada che corre lungo la costa ovest. Alcune mappe riportano erroneamente anche una strada da est, ma in realtà non è mai stata completata. Quello che rimane versa in pessime condizioni ed è interrotta in corrispondenza di un ponte crollato.
Bang Bao è ben conosciuta per il suo molo, lungo 700 metri, che raggiunge un faro, collocato al centro della baia. Anche se diventata quasi esclusivamente turistica, i paesaggi stupendi, le case su palafitte e le verdi calme acque ne fanno uno dei miei luoghi preferiti di Koh Chang. Completa il quadro, la bella e lunga spiaggia di Klong Koi.

Bang Bao, il molo e il villaggio

Bang Bao, il molo e il villaggio

Il villaggio dei pescatori

Fino alla fine degli anni ’90, Bang Bao era il classico villaggio di pescatori thailandesi. La sua vita era centrata attorno allo stretto molo con ai lati le tradizionali case in legno su palafitte e le barche ormeggiate, pronte a salpare. Sulla terra ferma c’erano altre case con i loro piccoli pontili, i negozietti raggruppati lungo la strada per il molo, la scuola e il tempio costruiti sul fianco della montagna.

Bang Bao, il villaggio visto da ovest

Bang Bao, il villaggio visto da ovest

E’ diventato un centro turistico
Al giorno d’oggi, molto è cambiato dato che il turismo ha sostituito la pesca come principale fonte di reddito. Il molo è diventato il principale punto di partenza per le imbarcazioni cariche di turisti che esplorano l’arcipelago, sia sopra che sotto l’acqua.

Un mercato coperto
Le case su palafitte sono state trasformate in alberghi, uffici per le compagnie di immersioni, ristoranti e una miriade di negozi, quasi identici, che vendono le stesse paccottiglie per turisti.
La parte originale del molo, lunga 350 metri, è stata ricoperta da un tetto per tutta la sua lunghezza. E’ diventato così un mercato coperto. Ogni traccia del villaggio di pescatori si è persa, compreso il fascino e l’autenticità del luogo.

Bang Bao, i negozi lungo il molo

Bang Bao, i negozi lungo il molo

Il faro
Per ospitare le numerose imbarcazioni, il molo è stato prolungato di altri 350 metri, dotato di illuminazione, gazebo ai lati e un faro, che ho trovato chiuso. La vista dall’estremità del molo è stupenda. Si ha una panoramica a 360 gradi sulla baia, sul villaggio, sulle montagne e sulle isole vicine.

Il faro di Bang Bao

Il faro di Bang Bao

Evitate gli orari di punta
Per godervi il posto e il paesaggio, evitate di andare attorno alle 9:00 e alle 16:00, quando tutte le imbarcazioni sono in partenza o in arrivo. Altro orario da evitare, è quello di pranzo nei fine settimana, quando arrivano i minibus di turisti thailandesi. Al di fuori di questi momenti, il molo è molto silenzioso e piacevole da visitare.

Bang Bao, la parte più recente del molo

Bang Bao, la parte più recente del molo

In giro per Bang Bao

La strada per il molo
Arrivando da Bailan Beach, percorrete la strada principale, che entra in Bang Bao, fino alla scuola e al tempio del villaggio. Proprio di fronte, inizia la via che va al molo. Ai lati di questa ci sono piccoli ristoranti, negozietti che vendono cibo, uffici di compagnie di immersioni e guesthouse. In fondo, si apre in alcuni parcheggi, con l’ufficio postale sulla destra e un 7/11 sulla sinistra, all’inizio del molo. Qui trovate anche la biglietteria della compagnia Bang Bao Boats, che effettua servizio per le isole. Appena sul molo, una passerella sulla sinistra porta alla stazione di polizia e a un ambulatorio medico.

La costa di Bang Bao verso est

La costa di Bang Bao verso est

La penisola a ovest
Dal molo, andando verso l’entroterra, raggiungete di nuovo la strada principale e girate a sinistra. Continuate un centinaio di metri, fino a raggiungere la guesthouse Asia Backpackers con i suoi bungalow disposti sulla collina. Di fronte, inizia la strada che porta lungo la penisola che delimita a ovest la baia di Bang Bao. La via passa per alcuni resort: il Cliff View, il Cliff Cottages, il Nirvana, il Bhuvarin e il Resolution. Termina al Khao Nok Homestay, con il ristorante, i bungalow e i pontili in legno.

Bang Bao, la costa ovest della baia

Bang Bao, la costa ovest della baia

E’ possibile proseguire a piedi, lungo un sentiero che porta a un santuario dedicato all’ammiraglio Udomsak, fondatore della marina thailandese. Lungo la strada ci sono splendide viste sulla baia. Troverete anche piccole spiagge che si affacciano su una costa di ciotoli e mangrovie. Al Cliff Cottage, la penisola si restringe a istmo, rendendo visibili le due coste separatamente: a est offre una vista che abbraccia l’intera baia mentre a ovest si vede uno scorcio della costa rocciosa occidentale di Koh Chang.

Klong Koi
Ritornate, da dove siete venuti, sulla strada principale e girate a destra. La percorrete verso est, superando la laterale che va al molo, davanti di nuovo alla scuola e al tempio. Passate la guesthouse Hippy Huts, il grande residence Tranquillity Bay, con il suo lungo molo privato, il Rasta View e altri locali ispirati al reggae. Appena dopo questi, c’è Haad sa Noi, una piccola striscia di sabbia con alcuni bar e ristoranti. Poco oltre, inizia Klong Koi, la spiaggia di Bang Bao. Klong Koi Beach è lunga e bella distesa di sabbia bianca. Poco sviluppata turisticamente, ospita bar, ristoranti, guesthouse e, verso ovest, due resort più lussuosi: il Chivapuri e il Chaipura.

Koh Chang, la parte più a est di Klong Koi

Koh Chang, la parte più a est di Klong Koi

Uno strano resort
Oltre Klong Koi, seguendo una stradina che attraversa la foresta si arriva all’ingresso di un resort, dove per passare dovete pagare 100 baht. Se resistete alla tentazione di tornare indietro e versate l’obolo, avrete accesso a un luogo veramente particolare. Il gigantesco resort, che versa in stato di abbandono, è costituito da grandi ville in legno, a forma di giunche, e da un albergo a sei piani, a forma di nave. A parte la bizzarria e la decadenza delle strutture, la spiaggia è spettacolare e quasi deserta. La sabbia è bianca e finissima, l’acqua è trasparente e profonda per nuotare. Completano il paesaggio davvero suggestivo, una lunga fila di palme da cocco, che la orlano e la ombreggiano, e la bella vista su Koh Wai.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.