Destinazione Thailandia L'Est

Koh Kood, le spiagge del nord ovest

stupende e solitarie

Koh Kood, le spiagge del nord ovest

Le spiagge del nord ovest sono molto isolate e ospitano pochissimi resort, tra i più belli e lussuosi dell’isola. Al di fuori di questi, c’è ben poco. La strada costiera termina al Soneva Kiri Resort, uno dei resort più lussuosi della Thailandia. Per spingersi ancora più a nord, la parte più incontaminata di Koh Kood, dovete noleggiare una barca.

Ao Noi

Ao Noi è una graziosa e piccola baia con un’idilliaca spiaggia di sabbia bianca. Lunga 200 metri, ospita solo un resort, l’Ao Noi Resort, con il suo piccolo molo. Ao Noi si trova un chilometro a nord di Klong Chao. Dopo aver passato l’Away Resort, guidando verso nord per 600 metri, c’è un’uscita a sinistra, segnalata con un cartello indicatore, per Ao Noi Resort. La strada in cemento, facile da seguire, conduce all’ingresso del resort dove possono essere parcheggiate moto e biciclette.

Koh Kood, Ao Noi

Koh Kood, Ao Noi

Ao Tapao

Da Klong Chao, si percorre la strada principale verso nord. Raggiunta la zona amministrativa di Koh Kood, all’incrocio subito dopo la stazione di servizio si svolta a sinistra per la pista che va alla baia di Ao Tapao. Poche centinaia di metri dopo il Koh Kood Temple, si arriva a un lungo molo in cemento armato, conosciuto come molo di Sapan Namleuk o di Klong Hin Dam. Questo è stato in passato il principale molo per le imbarcazioni che fanno servizio tra l’isola e la terraferma. Ora sono tutti trasferiti ad Ao Salad nel nord est dell’isola.

Koh Kood, Ao Tapao

Koh Kood, Ao Tapao

Dal molo si sviluppa la spiaggia di Ao Tapao. E’ una bella distesa di sabbia bianca polverosa, lunga più di un km, lambita da acque trasparenti. Direttamente sulla spiaggia, uno accanto all’altro, si affacciano 4 resort, tutti di buon livello: il Koh Kood Paradise Beach, il Koh Kood Cabana, il piccolo Medee e il Sea Far. A sud di quest’ultimo si trova un lungo tratto di spiaggia deserta e intatta, con alle spalle solamente una immensa piantagione di palme da cocco. Sulla collina, accanto al molo, si trova il resort Shantaa da cui si può godere una splendida vista su Ao Tapao. E’ possibile accedervi attraverso una pista che parte dalla strada per la baia, vicino a un minimart in stile occidentale.

Koh Kood, Ao Tapao - l'area del molo

Koh Kood, Ao Tapao – l’area del molo

Ao Klong Mad

Ritornando all’incrocio precedente, dove si è svoltato a sinistra per Ao Tapao, si va invece a destra. Subito dopo, in corrispondenza di un negozio di frutta e verdura, lungo e stretto, si incontra un nuovo incrocio. A destra si va verso la costa orientale mentre se si prosegue diritto si raggiunge Klong Mad, un piccolo villaggio di pescatori dove la strada termina. Il posto ha un suo fascino, con la sua posizione sull’acqua, le strette banchine di cemento, il lungo molo, le case dei pescatori e alcune homestay. Vale la pena visitarlo per avere un assaggio di vita locale. L’unica piccola spiaggia si trova di fronte al grande Suanya Resort.

Koh Kood, Ao Klong Mad

Koh Kood, Ao Klong Mad

Yai Kee Beach, Klong Lahan Beach e Soneva Kiri Beach

Appena prima del Suanya Resort, un’altra strada, che si dirama a destra, porta a nord dell’isola e alla cascata di Klong Yai Kee. Passando per il Koh Kood Beach Resort e il Koh Kood Garden House, la strada si snoda attraverso la foresta, fino a raggiungere un altro incrocio. Diritto si ritorna sulla strada principale che porta a Ao Salad, mentre la svolta a sinistra porta al centro visitatori della cascata Klong Yai Kee. Al di là delle cascata, la strada arriva ad una guesthouse, molto bella e appartata, Bann Makok the Getaway, annidata tra le mangrovie sul fiume, che corre dalle cascate fino al mare. Alla fine di questo canale, proprio sul mare, c’è il lussuoso Capitan Hook Resort. Di fronte al resort, raggiungibile solo in barca, si trova la stupenda Yai Kee Beach. Continuando ancora più a nord, su una stretta strada tra la foresta, si incontra un minuscolo molo di legno nascosto tra le mangrovie. Questo è il punto da dove partono le barche per il Captain Hook Resort.

Koh Kood, Ao Klong Lahan

Koh Kood, Ao Klong Lahan

Da qui, il percorso si inerpica su una collina per poi scendere e arrivare all’ingresso del Soneva Kiri. L’accesso è severamente vietato ai non residenti ed è sorvegliato da guardie. Quindi, non rimane che ritornare da dove si è arrivati. Soneva Kiri è il resort più lussuoso dell’isola, con prezzi che partono da 1700 euro al giorno. Fino a un paio d’anni fa aveva due spiagge per i propri clienti: una nel resort, assolutamente non accessibile agli estranei, e una al di fuori, la Klong Lahan Beach (non sono sicuro del nome). Quest’ultima, che si trova appena a sud del resort, è stata abbandonata ed è praticamente deserta. È accessibile tramite piste sabbiose, percorribili con uno scooter con qualche difficoltà, che partono sulla sinistra dalla strada principale, scendendo dalla collina verso il Soneva Kiri.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.