Bangkok Destinazione Thailandia

Wat Benchamabophit, Bangkok

Il tempio di marmo di Carrara

Wat Benchamabophit è un tempio di grande bellezza e importanza religiosa. E’ conosciuto anche come “il tempio di marmo” o Wat Ben. E’ classificato come tempio reale di prima classe.

Il nome ufficiale del tempio Wat Benchamabophit Dusitwanaram, significa “il monastero del quinto re vicino a Dusit Palace”, il quinto re è stato Chulalongkorn il Grande (Rama V).
Alla fine del 19° secolo re Rama V avviò la costruzione di Palazzo Dusit, un grande complesso di palazzi ed edifici, che tra gli altri comprendeva l’Ananta Samakhom, la Vimanmek Mansion e la Sala del Trono Abhisek. Quando Palazzo Dusit fu finito, nel 1899, il re ordinò la costruzione del tempio di marmo vicino ad un sito di un antico tempio risalente agli inizi 19° secolo. In questo tempio, Re Chulalongkorn fu ordinato monaco per un breve periodo nel 1873.

L’ubosot del tempio di marmo è stato progettato dal principe Narisara Nuvativongse, fratellastro del re Chulalongkorn. E’ costruito in marmo di Carrara importato dall’Italia, da qui il nome di tempio di marmo. Le quattro maestose colonne, i due leoni ai lati dell’ingresso e il pavimento del chiostro sono in marmo bianco lucido.

Il tempio è un magnifico esempio di stile architettonico di Bangkok con il suo stupendo tetto a cinque livelli e i timpani riccamente decorati.

Il marmo bianco, le finestre e le porte decorate con preziosi intarsi dorati, conferiscono all’ubosot un affascinante aspetto estetico, soprattutto quando sono illuminati dalla luce del sole.

All’interno dell’ubosot o sala delle ordinazioni si trova la statua del Buddha più importante del tempio, il Phra Buddha Chinnarat. La statua è in bronzo e in stile Sukhotai, e raffigura il Buddha, con un bellissimo sfondo illuminato blu, nell’atteggiamento di sottomettere Mara. Le ceneri di re Rama V sono sepolte nel piedistallo.

La galleria che circonda il chiostro, dietro all’ubosot, ospita 53 statue allineate del Buddha risalenti a diversi periodi e in vari stili come Ayutthaya, Sukhothai e Dvaravati.

Nel complesso del tempio ci sono molte altre strutture connesse tra di loro da piacevoli marciapiedi; c’è la Song Phanuat Hall, la residenza dell’abate priore,

e la Song Dharm Hall, usata da membri della famiglia reale e da alti funzionari

Un canale, attraversato da tre ponti colorati in rosso, separa il tempio da questa zona e dalle private dei monaci, che per le loro particolari colorazioni meritano una visita.

Wat Benchamabophit è un tempio attivo e a partire dal mattino presto, molte persone arrivano per portare le offerte, a differenza degli altri templi dove sono i monaci che escono in strada per ricevere il cibo.

Come arrivare al Wat Benchamabophit

Il tempio si trova all’incrocio di Thanon Rama V e Thanon Si Ayutthaya. A mio avviso il modo più veloce per raggiungere Wat Benchamabophit è prendere lo Skytrain (BTS) fino alla stazione Phayathai, da dove con una breve corsa in taxi si può raggiungere il tempio. La visita al tempio di marmo può essere facilmente combinata con la Vimanmek Mansion e la Sala del Trono Ananta Samakhom, dal momento che distano poche centinaia di metri tra loro.

Ingresso e orari di apertura

Il tempio è aperto tutti i giorni dalle 08:00 fino alle 5:30 pm. L’ingresso è di 20 Baht. Per la visita si deve essere vestiti in modo appropriato, soprattutto perché si tratta di uno dei templi più importanti del paese.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *