Cambogia Destinazione Sud Est Asiatico

Banteay Srei, Angkor

E' uno dei rari templi khmer a non essere stato costruito da un sovrano

É stato il primo della lista di oggi. Si trova a 37 Km da Siem Reap e con il tuk tuk ci vuole un’ora e 20 minuti di strada, non sempre in buono stato, che attraverso belle zone rurali.

Banteay Srei fu consacrato a Shiva nel 967 ed è uno dei rari templi khmer a non essere stato costruito da un sovrano bensì da Yajnavaraha, consigliere del re Rajendravarman. Il nome attuale, la “cittadella delle donne”, è probabilmente dovuto al gran numero di devata scolpite nelle nicchie a lato delle porte.

In evidenza

E’ in ottimo stato di conservazione ed è un esempio ideale dello stile architettonico Angkor iniziale. Le decorazioni, ben conservate, sui muri e sugli architravi dei santuari e delle biblioteche sono eccezionali, tra le migliori ad Angkor. Inoltre, dato le piccole dimensioni delle strutture, i bellissimi dettagli possono essere ammirati a distanza ravvicinata.Panoramica generale Il complesso, orientato a est, consiste in tre zone rettangolari concentriche, ciascuna delimitata da mura in laterite e precedute da un viale processionale d’accesso.Tutti gli elementi architettonici sono di dimensioni ridotte. E’ quasi completamente costruito in arenaria rossa che conferisce al sito un aspetto più ricco e caldo rispetto alle altre strutture presenti in Angkor costruite in arenaria grigia.

Accesso al tempio

A Est un grande gopura cruciforme si apre su un viale processionale lungo circa 70 metri, che si snoda tra due fila di piccoli pilastri; nel frontone si vede Indra che cavalca l’elefante a tre teste.

Il viale è fiancheggiato tra due porticati interrotti a metà circa da due padiglioni che presentano un accesso verso l’esterno. Ortogonali a questi padiglioni vi sono: a nord una costruzione con portico e due ambienti a finestre con nel frontone Vishnu che, sotto le spoglie di Narasimha, l’uomo leone, divora il demone Hiranyakashipu.

a sud tre edifici simili, il centrale più grande con nel frontone Shiva e la sua sposa Parvati sul toro Nandi.

Il viale processionale porta ad un gopura più piccolo che permette il passaggio della terza cinta ad una strada rialzata che attraversa il fossato che circonda il tempio. Il frontone è a terra sulla destra e narra del tentativo di rapimento di Sita da parte del demone Ravana.

Uno stupendo gopura cruciforme, con doppio frontone , permette di attraversare la seconda cinta che delimita una corte dove si allungano, contornando il lato interno del muro, sei edifici in laterite, ciascuno con tre stanze.

Zona centrale del tempio

Della prima cinta è rimasto ben poco e già dalla seconda cinta sono visibili gli edifici del tempio.Il gorupa è in arenaria con il passaggio assiale a pseudo-volta, affiancato da due stanze per lato, di altezza decrescente. Negli angoli sud-est e nord-est della prima cinta sono collocate due biblioteche; tre frontoni polilobati delimitano i timpani più belli di tutta l’arte khmer.

Il tempio è costituito da tre prasat allineati su una piattaforma a forma di T, accessibile da scale con alti contrafforti. Il prasat centrale, quello principale, dedicato a Shiva, è costituito da un’anticamera, mandapa, connesso ad un stretto corridoio, l’antarala, che da accesso alla cella centrale, a pianta dentellata con tre false porte ed una vera.

A fianco del prasat principale ci sono i due prasat secondari, più piccoli e semplici, con torri con un accesso e tre false porte. Quello a sud è dedicato a Shiva, mentre quello a Nord è dedicato a Vishnu.

Le decorazioni sono di bellezza incomparabile rispetto a quelle di Angkor Wat e Bayon. Descrivono esclusivamente eventi mitologici e non contengono riferimenti alla vita di ogni giorno. Si ispirano principalmente alle Puranas piuttosto che al Mahabharata e al Ramayana. Rappresentano una narrativa ad episodi, un singolo punto nel tempo. Abbondanza di decorazioni puramente ornamentali.

Frontone orientale del gopura: Shiva Nataraja, signore della danza, esegue la sua danza di distruzione

Frontone occidentale del gopura: moglie di Shiva nella sua forma terrifica, Durga, sul leone che uccide il demone bufalo

Frontone orientale della biblioteca a sud: Ravana, il demone a mille teste, scuote il monte Kailasa, su cui siedono Shiva e Uma

Frontone occidentale della biblioteca a sud: il dio dell’amore Kama in procinto di scoccare la freccia contro Shiva, nel tentativo di distogliere l’attenzione da sua moglie Uma.

Frontone orientale della biblioteca a nord: Indra sull’elefante Airavata che genera pioggia per spegnere l’incendio della foresta di Khandava

Frontone occidentale della biblioteca a nord: Khrisna uccide lo zio demoniaco Kamsa
Mandapa, frontone porta a Nord: Kubera, dio del nord e della ricchezza
Mandapa, frontone porta a Est: Indra che cavalca Airavata

Mandapa, frontone porta a Sud: Yama, dio del sud e del giudizio, su un bufalo

Torre centrale, frontone porta a Ovest: Varuna, dio dell’ovest, sulle oche sacre
Su tutte le facciate delle torri: stupende devatas collocate in nicchie.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.