Destinazione Sud Est Asiatico Laos

National Museum, Luang Prabang

Il museo è molto curato ed è ricco di stupendi oggetti d'arte.

L’ex Palazzo Reale, oggi trasformato in un museo è situato sulle rive del fiume Mekong, di fronte a Mount Phousi. Il palazzo è conosciuto come Haw Kham o Ho Kham, che si può tradurre in “Palazzo Dorato”. L’esposizione è molto curata ed è ricca di stupendi oggetti d’arte. Purtroppo all’interno non è possibile fotografare.

Il palazzo fu costruito tra il 1904 e il 1909, durante il periodo di occupazione coloniale francese come residenza della famiglia reale del Laos, in sostituzione del vecchio edificio distrutto nel 1887 dal Black Flag Army, un gruppo di miliziani provenienti dalla Cina. Il suo stile è un mix di stile francese e di stile tradizionale del Laos. Quando nel 1975 il partito comunista salì al potere pose fine alla monarchia, costringendo i reali a lasciare il palazzo, che fu trasformato nell’attuale Museo Nazionale.

Nel complesso del Palazzo Reale ci sono numerosi edifici tra cui il tempio reale, che è stato costruito per custodire la statua del Buddha,

le scuderie, un ricovero in cui sono custoditi le barche reali, l’ex teatro e un garage con le vecchie auto usate dai reali.

Nei giardini del Palazzo ci sono anche una laghetto e una statua del re Sisavang Phoulivong, re del Laos fino al 1959.

Sale espositive del Museo

Un viale fiancheggiato da palme conduce all’ingresso principale situato su Sisavangvong Road. Una grande scalinata di marmo con un cannone su entrambi i lati permette di accedere al museo.
Il palazzo può essere suddiviso in tre parti principali: la parte anteriore, costituita dalle sale di ricevimento ufficiali, la sala del trono (al centro) e la parte posteriore che era la zona residenziale.
Parte anteriore
A destra dell’ingresso c’era la sala di ricevimento del re dove sono esposti busti e dipinti. Le pareti della sala sono decorate con affreschi raffiguranti scene di vita quotidiana, dipinte da un artista francese nel 1930.
Nella sala successiva, sempre a destra, è esposta la collezione d’arte più preziosa del palazzo, tra cui un calco della preziosa statua del Buddha, Phra Bang,  in oro, argento e bronzo.
La stanza a sinistra dell’ingresso era il salone della regina. Qui sono esposti i ritratti del Re, della Regina e del principe ereditario. Sono esposte anche bandiere d’amicizia della Cina e del Vietnam, e le copie di alcune sculture esposte al Museo Nazionale di Nuova Delhi.
La sala del trono
La sala del trono collega l’ala di accoglienza con l’ala posteriore. Le pareti di questa stanza sono decorate con mosaici di vetro simili a quelli osservati nel tempio più antico della città, il Wat Xieng Thong. Sono esposti il trono del re e della regina, il palanchino per l’elefante del re e teche di vetro contenenti numerose statue di cristallo e d’oro del Buddha, alcune ritrovate nel That Makmo, lo stupa del monastero Wat Wisunalat.
Parte posteriore (zona residenziale)
L’ala posteriore è stata la zona residenziale dei reali e comprende le camere da letto, una sala da pranzo, una biblioteca che contengono ancora gli arredi originali. La zona residenziale è stata conservata più o meno come lo era nel 1975, prima che la famiglia reale partì.

Da sapersi

Non è consentito fotografare all’interno del museo.
Non sono ammesse borse, quindi è necessario lasciare la vostra negli armadietti vicino all’ingresso.
Le scarpe devono essere tolte prima di entrare nel museo.
Le donne con pantaloncini o gonne corte devono indossare una gonna lunga prima di entrare (gonne Lao sono disponibili in loco per il noleggio). Le spalle devono essere coperte.
Orario di apertura: tutti i giorni, 08: 30-11: 00, 13: 30-16,00.
Il biglietto d’ingresso costa 30.000 kip.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.