Destinazione Sud Est Asiatico Laos

Wat Mahathat, Luang Prabang

E' uno dei templi più belli di Luang Prabang

Wat Mahathat o “monastero del grande stupa” è uno dei templi più belli di Luang Prabang. E’ conosciuto anche come Wat That e si trova in Chao Fa Ngun Road, appena a sud est di Mount Phousi. Il tempio è aperto tutti i giorni dalle 8:00 alle 17:00. Il biglietto d’ingresso costa 10000 kip, circa 1 euro.

Viharn

Fu costruito nel 1548 durante il regno di Setthathirath. La pagoda e molti altri edifici furono quasi completamente distrutti durante un tifone nel 1900. Fu ricostruita nel 1910 e successivamente restaurata nel 1963.
Durante la celebrazione del Pimay, il capodanno Laotiano, molti monaci provenienti dai monasteri più importanti della città camminano in processione verso Wat That dove viene eseguita una danza dedicata a Pu No e Na No, gli spiriti guardiani della città.
Una scalinata, fiancheggiata da serpenti mitologici Naga a 7 teste, conduce al tempio.

Naga a sette teste

La pagoda ha un ampio tetto in tegole a due livelli che si estende fin quasi a terra. Al centro del tetto c’è un “Dok So Fa”, un elemento ornamentale presente in molti templi laotiani. Questo elemento è composto da 15 piccole pagode sormontati da parasoli cerimoniali a più livelli.

Dok So Fa

Ai lati della scalinata all’ingresso principale ci sono due statue di Phra Mae Thorani, la Dea della Terra della mitologia buddista. E’ qui rappresentata come una giovane donna che strizza l’acqua dai lunghi capelli, annegando il demone Mara, che cerca di fermare il Buddha mentre medita e cerca di raggiungere l’illuminazione.
Ai lati del tempio ci sono altre scalinate fiancheggiate da serpenti Naga a più teste che proteggono la pagoda. Un porticato si estende sul davanti e sui lati della struttura.

Facciata Viharn

Viharn, corridoio laterale

Sei colonne riccamente decorate a stencil sostengono il tetto del portico. Le pareti della facciata sono magnificamente decorate con affreschi raffiguranti scene della Phra Lak Lam Pra, la versione Laotiana del poema epico indiano Ramayana.

Viharn, affreschi facciata

La porta è ornata da intagli dorati raffiguranti personaggi del poema epico.

Viharn, protale ingresso

Il timpano è decorato con diversi motivi dorati, tra cui una ruota Dhamma sormontata da sette parasoli cerimoniali a più livelli.

Viharn, timpano facciata

Dietro la pagoda c’è un grande stupa, eretto su una base quadrata. Lo stupa in stile Lanna fu costruito nella metà del 16° secolo.

Stupa

Le nicchie nella parte superiore contengono statue dorate del Buddha.

Stupa, Buddha nella nicchia

Lo stupa è sormontato da una guglia slanciata e da un parasole d’oro a più livelli.

Stupa

Attorno ci sono diversi stupa più recenti e più piccoli.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.