Bangkok Destinazione Thailandia

Wat Phra Kaew, Bangkok

Il Gran Palazzo Reale

Ultimo giorno in Thailandia. Ancora una giornata di tempo stupendo. Decido di dedicarla al simbolo di Bangkok: il complesso del Gran Palazzo Reale che racchiude al suo interno il Wat Phra Kaew, uno dei templi più importanti dell’intera Thailandia.

Tutto il complesso del Grande Palazzo Reale, compreso Wat Phra Kaew, fu costruito tra il 1782 e il 1784, quando il re Rama I trasferì la capitale del regno da Thonburi a Rattanakosin, l’odierno nucleo centrale di Bangkok. Rattanakosin significa la città del gioiello, dove per gioiello si intende il Buddha di Smeraldo. Il regno di Thailandia prima di prendere questo nome tra il 1782 ed il1939 si chiamò regno di Rattanakosin o regno del Siam.
Wat Phra Kaew fu costruito al duplice scopo di conservare la sacra statua e di servire come Cappella Reale, fu inaugurato insieme al resto del Grande Palazzo Reale nel 1785, in concomitanza con l’incoronazione del re Rama I.
Il complesso di Wat Phra Kaew è composto da 100 costruzioni e si trova su un’area recintata all’interno e nell’ angolo a nord-est del complesso del Grande Palazzo Reale. Al suo interno sono contenuti alcuni tra i migliori esempi di scultura, architettura e pittura buddhista siamese.
È una meraviglia per gli occhi; una volta varcato l’ingresso sembra di essere catapultati in un regno delle fiabe; chedi dorati, tegole color verde e arancione, pilastri ricoperti di mosaici, statue dorate; sono stato preso da una sorta di stordimento, entusiasmo e confusione; c’è voluto più di un’ora prima di iniziare a condurre la visita in modo più razionale.

Il tempio principale Phra Ubosot si trova al sud di quest’ area, ospita la sacra statua ed è l’ edificio più importante. È elegantemente decorato in tardo stile siamese di Ayutthaya. Il tetto è fatto con tegole di ceramica smaltate verdi e arancioni. I pilastri sono rivestiti di mosaici ed hanno i basamenti in marmo finemente lavorato.

La statua del Buddha di Smeraldo è seduta su uno splendido trono in legno intarsiato e dorato, posizionato sopra un altare circondato da decorazioni dorate. La foto è tratta da wikipedia perché all’interno è vietato fotografare.

Ad ogni cambio di stagione si tiene la solenne cerimonia del cambio delle vesti del Buddha di Smeraldo. Questa celebrazione viene eseguita dal monarca in persona che è il maggiore maestro di cerimonie per i riti buddhisti thailandesi.
Nel centro del complesso si trovano tre pagode: quella ad est, il Pantheon Reale, costruito nel XIX secolo in stile Khmer che contiene statue ed immagini dei sovrani della dinastia Chakri.

quella al centro, Phra Mondop, un edificio aperto sui fianchi costruito in stile tardo Ayutthaya da Rama I che contiene antichi manoscritti sacri

quella ad ovest, il Phra Si Ratana Chedi, uno stupa dorato costruito nel XIX secolo nello stile di Sri Lanka contenenti delle ceneri di Buddha.

Sul lato interno delle mura perimetrali sono dipinte scene del Ramakien (una versione siamese del Ramayaṇa indiano)

Informazioni pratiche

Il complesso del Palazzo Reale è aperto tutti i giorni dalle 8.30 alle 15.30. Alcuni degli edifici sono chiusi di domenica. Il biglietto d’ingresso costa 500 baht. Per la visita programmate almeno 3 ore.
Non si può accedere con pantaloni corti, ciabatte e canottiere. Nel caso all’ingresso è possibile affittare abiti idonei. All’interno del tempio principale si cammina scalzi.
E’ facilmente raggiungibile utilizzando la Silom line della BTS; si scende alla stazione Saphan Taksin (o stazione S6), si esce a sinistra dall’uscita n° 2, si raggiunge il molo e si prende il Chao Praya Express Boat fino al Ta Chang Pier; si attraversa il mercato e si costeggiano le mura bianche del complesso; l’ingresso per i turisti è il terzo.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.