Destinazione Thailandia Il Centro

Guida alla visita di Kanchanaburi

Tra storie di guerra, parchi nazionali e cascate

Kanchanaburi, grande provincia di straordinaria bellezza

Kanchanaburi si trova a soli 130 km da Bangkok ed è diventata una meta popolare, soprattutto nei fine settimana, per chi desidera fuggire dal caos e dall’inquinamento della capitale. Con tutto ciò che ha da offrire, delizierà gli amanti della natura e gli appassionati di storia. Per la maggior parte dei visitatori, i punti principali di interesse sono il Ponte sul fiume Kwai, la famigerata Death Railway e i siti storici legati alla seconda guerra mondiale. C’è però un turismo, sempre più diffuso, che apprezza l’atmosfera tranquilla e silenziosa delle raft house, posizionate lungo tratti suggestivi del fiume, luoghi ideali per rigenerarsi.

River Kwae Bridge

River Kwae Bridge

Kanchanaburi è anche la porta d’accesso all’omonima provincia, una delle più belle della Thailandia, con le sue stupende cascate e i parchi nazionali facilmente accessibili. Chi ha molto tempo a disposizione può visitare i parchi più remoti, i villaggi delle tribù delle colline, i centri di meditazione e le opportunità di volontariato che si trovano nei dintorni di Sangkhlaburi e nelle distanti zone nord-occidentali della provincia. Gli amanti degli animali possono trascorrere un giorno al Elephant’s World, un santuario senza fini di lucro che assiste elefanti anziani e malati che hanno lavorato a lungo e duramente nel settore turistico.

Wat Ban Tham

Panorama sul fiume Kwae

Che cosa vedere

Kanchanaburi e la seconda guerra mondiale

Ispirati dal romanzo, trasformato poi in film negli anni ’50, “Il Ponte sul Fiume Kwai”, i viaggiatori occidentali hanno iniziato a visitare Kanchaburi molti anni fa, per rendere omaggio alle migliaia di prigionieri di guerra e ai lavoratori asiatici morti durante la costruzione della ferrovia di rifornimento militare thailandese-birmana. Per conoscere i tragici eventi di quegli anni potete visitare tratti della ferrovia, in parte ancora attiva, musei, memoriali e siti storici.

River Kwae Bridge, dal film alla realtà
Sebbene non sia poi così straordinario da vedere, è uno dei ponti più famosi in Thailandia ed è un importante promemoria delle migliaia di prigionieri e lavoratori forzati che hanno perso la vita nella costruzione della ferrovia.

In treno lungo la ferrovia della morte, un’escursione memorabile
Il treno supera il fiume Khwae Yai sul famoso ponte, attraversa campi di tapioca e canna da zucchero, percorre arditi viadotti lungo falesie verticali. Più un’attività di svago che un’opzione di trasporto, una corsa sulla ferrovia della morte è uno dei viaggi in treno più memorabili del sud-est asiatico.

Death Railway

Wang Pho Viaduct

Thailand-Burma Railway Centre, eccellente museo sulla storia della Death Railway
Il Thailand-Burma Railway Centre è un coinvolgente museo e centro di ricerca che racconta i dettagli della costruzione della ferrovia della morte con un alto livello di precisione e sensibilità.

Kanchanaburi War Cemetery, l’ultimo luogo di riposo dei prigionieri di guerra
Il Kanchanaburi War Cemetery è uno dei siti relativi alla Death Railway più emozionanti. Progettato da Colin St Clair Oakes, accoglie quasi 7000 tombe di prigionieri di guerra, allineate tra prati e giardini ben curati.

Kanchanaburi War Cemetery

Kanchanaburi War Cemetery

Hellfire Pass e il Memorial Museum
Hellfire Pass fu l’intaglio più profondo e più lungo realizzato su tutta la lunghezza della ferrovia Birmania-Tailandia. Nel corso degli anni le ripide pareti rocciose del passaggio sono diventate il simbolo della schiavitù, la fame, la tortura e la perdita di vite di migliaia di prigionieri di guerra e civili asiatici. Tra tutti i siti legati a quest’opera, Hellfire Pass è per me quello che rappresenta in modo più suggestivo e più toccante i tragici avvenimenti di quel periodo.

Hellfire Pass

Hellfire Pass

Attrattive culturali a Kanchanaburi

Come ovunque in Thailandia ci sono molti templi attorno a Kanchanaburi, alcuni di loro meritano una visita anche se hai già visto parecchi templi in Thailandia. Oltre agli edifici religiosi, ci sono diversi luoghi storici interessanti.

Pak Prak Heritage Street, antichi edifici che raccontano la storia della città
Fate una passeggiata lungo Pak Prak Road e stupitevi dalla lunga storia di Kanchanaburi. Durante i fine settimana, la pacifica comunità di Pak Prak, nel cuore del centro storico di Kanchanaburi, si anima occupando la tranquilla strada trasformandola in un mercato.

Mueang Singh Historical Park, avamposto occidentale dell’antico impero Khmer
Il grande santuario in laterite offre agli appassionati di storia un’interessante sguardo nel passato.

Mueang Sing

Mueang Sing

Wat Ban Than, il tempio delle grotte
Un passaggio attraverso la bocca del drago vi porterà a due impressionanti grotte e un chedi in cima alla montagna che offre incredibili viste sul fiume.

Wat Tham Sua e Wat Tham Khao Noi, templi affiancati su una collina calcarea
Le pagode di Wat Tham Sua e Wat Tham Khao Noi possono essere viste da chilometri di distanza. Da una collina calcarea dominano l’area circostante. Ognuna è particolare ed entrambe meritano la visita, per apprezzare da vicino lo stile architettonico e ammirare lo stupendo panorama tutt’attorno.

Wat Ban Tham

Wat Ban Tham

Wat Tham Khao Pun, suggestivo tempio in una grotta di calcare
É un grande complesso formato da numerose strutture, che si estende su un’area di circa 35 ettari. Un’imponente chedi dorato domina l’area e il fiume. La parte più avvincente è il sistema di cavità naturali, utilizzate in passato dai monaci eremiti per trovare pace e concentrarsi sulla pratica meditativa. Il tempio può essere abbinato al cimitero di guerra di Chung Kai, situato 1,5 chilometri a est lungo la stessa strada.

Escursioni all’aperto

La maggior parte delle attività all’aperto prevede escursioni in parchi naturali, cascate e grotte.
Erawan National Park, famoso per le sue stupende cascate
La principale attrazione del parco sono le Erawan Waterfalls, a 7 livelli, con l’acqua che forma stupendi laghetti verde smeraldo, autentiche piscine naturali. All’interno del parco, ci sono inoltre lunghe e suggestive grotte che offrono ai visitatori numerose opportunità di esplorazione.

Erawan Waterfalls

Erawan Waterfall – il 6° livello

Huay Mae Khamin Waterfall, una gemma da scoprire
Huay Mae Khamin Waterfall è un’ottima alternativa alle famosa e affollata cascata di Erawan. La cascata, a sette livelli, è tra le più belle della Thailandia e, grazie alla posizione fuori dai percorsi turistici, può essere goduta in relativa pace e tranquillità.

L’albero della pioggia gigante
Una delle ultime attrazioni di Kanchanaburi è un gigantesco albero della pioggia che ha più di 100 anni. La sua chioma, la parte più impressionante, raggiunge i 52 m di diametro e copre un’area di 2416 mq. È letteralmente nel mezzo del nulla. Tuttavia, nei fine settimana, a causa della sua popolarità, è visitato da centinaia di persone.

Giant Tree

Un po’ di geografia

Situata a 120 chilometri a ovest di Bangkok, la città di Kanchanaburi si trova alla confluenza del fiume Khwae Yai e del fiume Khwae Noi; a sud della città questi due fiumi si uniscono per formare il Mae Khlong, che sfocia nel Golfo della Tailandia a Samut Songkhram. La città di Kanchanaburi ha una popolazione di circa 50.000 abitanti ed è situata nell’angolo sud-orientale della provincia omonima. È la terza provincia più grande della Thailandia dopo Chiang Mai e Nakhon Ratchasima; guidare da un’estremità all’altra richiede almeno cinque ore senza fermarsi.

Orientarsi in Kanchanaburi è molto semplice. La strada principale, Saeng Chuto Road, corre lungo la città da nord a sud, collegando il ponte sul fiume Kwai, la stazione ferroviaria e la stazione degli autobus. Parallelamente a questa, ma più vicino al fiume, c’è Mae Nam Kwae Road, dove si trovano la maggior parte delle guest house e della vita notturna.
La sede del Tourist Authority of Thailand si trova in Saeng Chuto Rd, appena a sud del terminal degli autobus. É aperta tutti i giorni dalle 8:00 alle 16: 00. Distribuiscono gratuitamente un’utile mappa della città e della provincia.

Come organizzate la vostra visita a Kanchanaburi

Per alcuni, Kanchanaburi è un viaggio emozionante attraverso un capitolo della Seconda Guerra Mondiale. Per altri è poco più che un’opportunità per attraversare il famoso ponte sul fiume Khwai. Per molti, è una possibilità per avvicinarsi al mondo degli elefanti o visitare sublimi cascate. Vista la vasta gamma di cose da vedere e da fare, potreste trascorrere settimane esplorando questa bellissima provincia. La maggior parte di voi ha però un tempo limitato, ecco quindi qualche idea su come inserire Kanchanaburi nel vostro viaggio in Thailandia.

Mezzi di trasporto

Valutate con attenzione l’uso del treno perché, oltre ad essere un’opzione economica, una corsa sulla ferrovia della morte è uno dei viaggi in treno più memorabili del sud-est asiatico.
Per chi desidera allontanarsi dalla città e dal tracciato della ferrovia, dovreste prendere in considerazione il noleggio di un’auto o di una moto, in modo da gestire liberamente mete e tempi. In alternativa potete affittare un songthaew per gite di un giorno o prenotare visite guidate. Infine, autobus pubblici accedono ad alcune attrazioni, come Hellfire Pass e Erawan Waterfall.

In giornata da Bangkok

Svegliandovi molto presto, una gita di un giorno da Bangkok con un mezzo privato vi permette di visitare molte delle attrazioni legate alla costruzione della ferrovia, come il Death Railway Bridge, il War Museum & Art Galley, il Thailand-Burma Railway Centre, il Cimitero di Guerra e il JEATH War Museum.

JEATH War Museum

JEATH War Museum

Oppure un paio di queste più un’attrazione periferica, come Hellfire Pass, Erawan Waterfall o Wat Ban Tham. Se venite da Bangkok in autobus, è possibile dare un’occhiata alla città di Kanchanaburi e persino visitare la cascata di Erawan. Una buona opzione, se potete organizzarvi in un sabato o una domenica, è il treno speciale turistico, che viaggia a/r da Bangkok fino a Nam Tok, lungo la ferrovia della morte.

In due giorni

Kanchanaburi merita davvero almeno un viaggio di 2 giorni. Avete un giorno intero per i siti storici in città e in quello successivo potete viaggiare lungo la ferrovia della morte o scegliere tra tre percorsi stradali. Il primo è lungo la Route 323 per Prasat Mueang Singh e Hellfire Pass, magari con una sosta alla cascata Sai Yok Noi di Nam Tok. Il secondo è per la sola cascata di Erawan, mentre il terzo è, andando verso a sud-ovest, per un trio di templi nelle grotte: Wat Ban Tham, Wat Tham Sua e Wat Tham Khao Noi.

Wat Tham Sua

Wat Tham Sua

In tre-quattro giorni

Se non avete intenzione di visitare gli angoli più distanti della provincia, quattro giorni è un tempo ideale per Kanchanaburi. Potete dare un’occhiata a tutte le attrazioni della città, oltre a quelle della Route 323 prima menzionate, insieme alla cascata di Erawan o ai templi nelle grotte o al mondo degli elefanti. Altre opzioni includono un tour in kayak o un piacevole giro in bicicletta per il cimitero di guerra di Chung Kai e Wat Tham Khao Poon. Con così tanto tempo, non c’è da vergognarsi nemmeno di passare una giornata di relax nella veranda del vostro bungalow lungo il fiume.

Wat Tham Khao Pun

Wat Tham Khao Pun

Periodo migliore per visitare Kanchanaburi

È possibile visitare Kanchanaburi tutto l’anno, ma il periodo migliore va da fine ottobre, quando finiscono le piogge monsoniche, a febbraio, quando le temperature sono ancora piacevolmente calde. Da marzo, le temperature iniziano a salire, raggiungendo i 40°C ad aprile. Ogni anno, nella settimana a cavallo tra fine novembre e inizio dicembre, la città organizza il River Kwai Bridge Festival. I visitatori possono vedere esposizioni storiche, spettacoli folkloristici, stand di prodotti locali e attività di intrattenimento. Il clou è lo spettacolo di suoni e luci che rappresenta episodi legati ai tragici fatti accaduti duranti la seconda guerra mondiale.

Come andare da Bangkok a Kanchanaburi

L’opzione più semplice per andare a Kanchanaburi è quella di prenotare un tour organizzato. Se invece preferite viaggiare in modo indipendente, secondo i vostri ritmi, Kanchanaburi è facilmente raggiungibile in auto, in bus o in treno. Indipendentemente dal mezzo che utilizzerete, impiegherete circa 3-4 ore per arrivare.

In treno

Ogni giorno, ci sono due partenze da Bangkok per Kanchanaburi, alle 7:50 e alle 13:55. Il viaggio dura 3 ore, ma tenete presente che i ritardi sono abbastanza frequenti. Questi treni fermano anche a Nakhon Pathom, alle 09:00 e alle 15:00, e proseguono verso nord-ovest, lungo la ferrovia della morte, terminando la loro corsa a Nam Tok, dopo altre 2 ore.
I treni per Bangkok partono dalla stazione principale di Kanchanaburi alle 07:20 e alle 14:50. Questa stazione si trova non lontano da Sangchuto Road, a poche centinaia di metri a est dell’estremità meridionale di Mae Nam Khwae Road.

Death Railway

La stazione di Kanchanaburi

Mentre la maggior parte dei treni partono dalla stazione di Hua Lamphong, il Bangkok-Kanchanaburi parte dalla stazione di Thonburi , situata sul lato ovest del fiume Chao Phraya. Il molo del traghetto fluviale più vicino è il Thonburi Railway Pier, situato un chilometro a est della stazione, in prossimità dell’ospedale Siriraj. Prendete la Chao Phraya Express Boat fino alla fermata Thonburi Railway (N11). Una volta scesi, prendete un taxi per la stazione o camminate per circa 15 minuti. In alternativa, potete semplicemente prendere il taxi dal vostro albergo. Il biglietto di sola andata costa 100 baht. Questo biglietto è valido per l’intero viaggio verso Nam Tok. Il prezzo è lo stesso indipendentemente da dove si scende. Non è possibile comprare il biglietto di andata e ritorno, che costerà lo stesso importo.

Death Railway

La cascata di Sai Yok Noi

Treno turistico – solo nei fine settimana e festivi
Oltre al treno normale, c’è un treno turistico speciale che parte dalla stazione di Hua Lamphong il sabato, la domenica e nei giorni festivi. Questo può essere un modo semplice ed economico di visitare Kanchanaburi perché oltre al viaggio di a/r fino a Namtok, ci saranno delle soste che permetteranno di visitare il cimitero di guerra e il museo, il ponte sul fiume Kwae e la cascata di Sao York Noi. Il treno parte dalla stazione Hua Lamphong di Bangkok alle 6:30 e vi fa ritorno alle 19:25. Il biglietto costa 120 baht a/r in 3a classe o 240 baht a/r in 2a classe con aria condizionata. Non può essere prenotato online, ma dovete acquistarlo personalmente alla stazione.

In autobus e minibus

Gli autobus e i minibus interurbani partono da Southern Bus Terminal di Sai Tai Mai e dal Northern Bus Terminal di Mo Chit. Il tempo di percorrenza è di 3-4 ore, a seconda delle condizioni del traffico.
Bangkok (Sai ​​Tai Mai / Terminal sud): autobus regolari partono da un ufficio vicino a Sangchuto, appena ad ovest del terminal principale, ogni 30 minuti dalle 04:00 alle 20:00 per 110 baht. I minibus partono ogni mezz’ora nello stesso lasso di tempo.
Bangkok (Morchit / Terminal Nord): i minibus partono ogni ora dalle 04:00 alle 18:00. Gli autobus regolari partono alle 12:00 e 13:30. Il prezzo va dai 120 ai 150 baht, in base alla classe del mezzo. Attenzione, tutte le biglietterie sono divise in base alle linee di percorrenza. Il personale del terminal vi aiuterà a capire esattamente dove vengono venduti i biglietti.
Per i minibus, oltre ai terminal, ci sono fermate non ufficiali a Bangkok, come Khao San Rd e Victory Monument. Ci sono circa 10 posti su ogni minibus. Se l’orario di partenza è importante, è meglio acquistare i biglietti in anticipo.
L’unica stazione degli autobus di Kanchanaburi si trova non lontano dal centro della città, a nord di Sangchuto Road. Moto-taxi, tuk tuk e songthaew possono portarvi in qualsiasi posto in città, da 40 a 100 baht. L’autobus vi lascerà al terminal principale di Kanchanaburi, appena fuori Sangchuto Road. Da lì, potete prendere un songthaew (camioncino convertito in un autobus o taxi locale) o un moto taxi per il vostro alloggio.

In taxi o auto con conducente

Potete chiedere al vostro albergo o prenotare online, ad esempio tramite 12goAsia. Questa è l’opzione più costosa, ma sicuramente la più comoda e la più veloce. Si parte da circa 100 euro, ma arriverete a destinazione, senza nessun trasferimento intermedio, in poco più di due ore.

Spostarsi a Kanchanaburi

Kanchanaburi è un po’ troppo estesa per essere visitata comodamente a piedi. Songthaew arancioni e gialli corrono su e giù per Sangchuto Rd, tra le 6:00 e le 18:00, collegando la stazione degli autobus e la stazione ferroviaria. La tariffa per un passaggio è di 10 baht. Tuttavia, possono offrire un passaggio ovunque, ma ricordatevi di concordare il prezzo prima di salire. Sono disponibili anche moto-taxi e tuk-tuk. Molte guest house e negozi, principalmente lungo Maenam Kwai Rd, noleggiano biciclette per 50 baht o scooter per 250 baht al giorno.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.