Wat Phra That Hariphunchai, l'interno del viharn
Chiang Mai Destinazione Thailandia Il Nord

Guida ai templi di Chiang Mai

10 templi che dovreste visitare

Templi di Chiang Mai in stile Lanna

La maggior parte dei templi di Chiang Mai sono in stile Lanna, il regno che ha dominato il nord della Thailandia dal 13° al 18° secolo. Nel complesso templare è sempre presente il chedi, o stupa, che è la prima struttura ad essere statua costruita ed è quindi la più antica. Nel chedi sono custodite reliquie del Buddha o le ceneri di un re.

Wat Jed Yod

Wat Jed Yod, il grande chedi

Il viharn e l’ubosot sono stati quasi sempre costruiti in legno. Nel corso dei secoli sono stati restaurati più volte e in qualche occasione completamente ricostruiti. La facciata è stupendamente decorata con preziosi intarsi dorati. Il tetto è a più falde, molto spioventi, con i terminali a forma di animali mitologici stilizzati. I Naga, a guardia delle scalinate, fuoriescono dalle bocche di Makara, mostri marini. Anche questa rappresentazione è peculiare dello stile Lanna.

Lamphun, Wat Mahawan

Lamphun, Wat Mahawan

L’interno ospita un grande Buddha seduto in Bhumisparsha Mudra. Le statue del Buddha sono in genere molto antiche e venerate. Le pareti interne sono decorate con affreschi raffiguranti la vita del Buddha.

Wat Phra That Hariphunchai, l'interno del viharn

Wat Phra That Hariphunchai, l’interno del viharn

Nella città di Chiang Mai e negli immediati dintorni si contano circa 300 templi. Il solo centro storico, all’interno delle mura, ne ospita 35. Per aiutarvi nella scelta di quale visitare, eccovi un breve riepilogo di quelli più importanti, assolutamente da non perdere, a cui ho aggiunto alcuni dei miei preferiti.

Wat Phra That Doi Suthep, il tempio più sacro del nord della Thailandia

Wat Phra That Doi Suthep è uno dei templi più sacri e venerati del Nord della Thailandia. Assolutamente da visitare durante un soggiorno a Chiang Mai. Il tempio è conosciuto come Doi Suthep, dal nome della montagna dove è stato costruito. Dalla sua terrazza si può godere un bellissimo panorama su Chiang Mai e la valle del fiume Ping. I suoi edifici sono un bellissimo esempio di architettura Lanna, nord thailandese; lo sfavillante chedi dorato, le innumerevoli statue del Buddha, gli affreschi, i tanti piccoli santuari e le file di campane non finiranno di stupirvi.

Wat Doi Suthep, il grande chedi dorato

Wat Doi Suthep, il grande chedi dorato

Wat Phra Sing, uno dei migliori esempi di architettura Lanna

Wat Phra Singh è uno dei migliori esempi di architettura Lanna, nel nord della Thailandia.
Risale al 14° secolo, quando Chiang Mai fu la capitale del regno Lanna, ed ospita alcune statue del Buddha molto antiche e venerate. Conosciuto anche come “Il Monastero del Buddha Leone”, è un grande monastero, ancora attivo, con centinaia di monaci e novizi che vi abitano.

Wat Phra Singh, il Monastero del Buddha Leone

Wat Phra Singh, il Monastero del Buddha Leone

Wat Chedi Luang, il tempio del Grande Chedi

Wat Chedi Luang è uno dei templi più importanti di Chiang Mai anche se non è grandioso come Wat Phra Singh. E’ un luogo di culto molto attivo, frequentato da numerosi monaci. Il suo grande chedi in rovina e gli edifici che lo circondano fanno si che il complesso sia molto suggestivo. Assolutamente da non perdere in una visita a Chiang Mai.

Wat Chedi Luang, il grande chedi

Wat Chedi Luang, il grande chedi

Wat Phan Tao, il tempio con il viharn in teak

Wat Phan Tao è uno dei templi più antichi di Chiang Mai. Le prime strutture furono costruite probabilmente verso la fine del 14° secolo. Anche se piccolo, si distingue tra tutti per il suo viharn in legno di teak. Trovandosi accanto al ben più famoso Wat Chedi Luang, vale la pena fermarsi anche solo per ammirare la stupenda facciata.

Wat Phan Tao, viharn in legno di teak

Wat Phan Tao, viharn in legno di teak

Wat Chiang Man, il tempio più antico di Chiang Mai

Wat Chiang Man fu fondato da re Mengrai nel 1297 sul sito di Wiang Nopburi, una città fortificata del popolo Lawa, che fu usata dal re come campo durante la costruzione della sua nuova capitale. Fu quindi il primo tempio di Chiang Mai, il più antico della città. Gli edifici sono splendidi esempi di architettura Lanna e ospitano alcune statue molto antiche e venerate del Buddha.

Wat Chiang Man, il viharn e il chedi

Wat Chiang Man, il viharn e il chedi

Wat Sri Suphan, il santuario d’argento

Wat Sri Suphan è meglio conosciuto come il “Silver Temple”, il tempio d’argento, per il suo ubosot, o sala delle ordinazioni, completamente realizzato in argento e alluminio. Una targa, posta davanti all’edificio, lo descrive come il “primo santuario d’argento al mondo”.
Anche se poco pubblicizzato e conosciuto, è unico in tutta la Thailandia ed è davvero una meraviglia architettonica. Merita di essere visitato, dedicando un po’ di tempo ad ammirare i dettagli degli stupendi pannelli che, con intricatissimi rilievi, decorano le pareti dell’ubosot.

Wat Sri Suphan, l'ubosot

Wat Sri Suphan, l’ubosot

Wat Suan Dok, monastero con tantissimi chedi bianchi

Wat Suan Dok è un tempio molto antico, situato appena ad ovest del centro storico di Chiang Mai.
La caratteristica più evidente di Wat Suan Dok è il gran numero di chedi. Quello più alto, dorato in stile dello Sri Lanka, è alto 48 metri e custodisce una reliquia del Buddha. Gli altri bianchi, più piccoli, contengono le ceneri dei membri, di diverse generazioni, della famiglia reale di Chiang Mai.

Wat Suan Dok, i chedi

Wat Suan Dok, i chedi

Wat Umong, il tempio delle gallerie

Tra i tanti templi buddisti presenti a Chiang Mai, Wat Umong è tra i miei preferiti. Anche se poco visitato dai turisti stranieri, forse per la sua posizione un po’ appartata, merita di essere inserito nella lista dei luoghi da visitare. È unico per il suo sistema di gallerie, scavate in una collinetta artificiale, che ospitano piccoli santuari con Buddha seduti in meditazione. Se andate al mattino presto e siete fortunati ad essere da soli, fermatevi qualche minuto in raccoglimento.

Wat Umong, una delle gallerie del monastero

Wat Umong, una delle gallerie del monastero

Wat Jed Yod, il tempio delle sette guglie

Wat Jed Yod, situato alla periferia di Chiang Mai, è uno dei templi storici più importanti della città. E’ un tempio reale di prima classe, fondato nel 15° secolo. Ospita un viharn dall’architettura molto particolare, decorato con bassorilievi in stucco, tra i più belli della Thailandia. E’ un grande monastero attivo dove vivono e studiano molti monaci.

Wat Jed Yod, le guglie del viharn

Wat Jed Yod, le guglie del viharn

Wat Phrathat Doi Kham, noto per il suo grande Buddha seduto

Wat Prathat Doi Kham si trova vicino alla città e sulla cima di una collina. Questo tempio ospita la statua di un Buddha seduto, alta 17 metri, la più grande di Chiang Mai. E’ un tempio molto piacevole e interessante da visitare. La sua posizione contribuisce a creare un’atmosfera serena e tranquilla. Il complesso comprende una grande terrazza dalla quale si ha un’ampia vista sui campi, sulla città e sui giardini del vicino parco reale Rajapruek. E’ frequentato quasi esclusivamente da devoti thailandesi, che lo affollano in occasione delle festività buddhiste. E’ un buon posto per avere uno spaccato di vita locale.

Wat Phrathat Doi Kham, il grande Buddha seduto

Wat Phrathat Doi Kham, il grande Buddha seduto

A questa lista aggiungo Wat Hariphunchai. Il grande complesso, uno dei più sacri del nord della Thailandia, si trova a Lamphun, piccola città 30 km a sud-ovest di Chiang Mai.

Wat Phra That Hariphunchai, grande tempio del 11° secolo

Wat Phra That Hariphunchai è uno dei templi più importanti del nord della Thailandia, poco visitato dai turisti stranieri. Il grande complesso comprende numerose strutture risalenti ad epoche differenti, tra cui uno dei rari esempi di architettura Mon rimasti in Thailandia. L’edificio più importante è il grande chedi dorato, alto 46 metri, che ospita alcune reliquie del Buddha.

Wat Phra That Hariphunchai, l'interno del tempio

Wat Phra That Hariphunchai, l’interno del tempio

4 commenti

  1. Le tue foto e le tue parole non fanno altro che alimentare la voglia di visitarli !
    Ma prima o poi arriverò anche lì !

    Max

  2. Alessandra

    Buonasera, conosce gli orari di apertura e chiusura dei templi?

    • Roberto Pedroli

      Buona sera Alessandra, gli orari di apertura variano da tempio a tempio. Quelli turistici aprono dalle 8:00-8:30 fino alle 17:30-18:30. In casi particolari, come cerimonie, celebrazioni, ecc. sono aperti anche alla sera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.