Koh Samed, Ao Kiu Na Nok
Destinazione Thailandia L'Est

Koh Samed, angolo di paradiso vicino a Bangkok

Informazioni utili

Koh Samed, l’isola dalla sabbia di cristallo

Koh Samed è una piccola isola, un angolo di paradiso, situata al largo della costa orientale del Golfo della Thailandia. Deve il suo nome all’albero Samed, nome scientifico Melaleuca leucadendra o Cajeput tree, molto diffuso sull’isola, da cui ricavano il legno per le tradizionali barche da pesca. I thailandesi la conoscono anche come Koh Kaew Phitsadan, l’isola gioiello dalla sabbia come cristallo frantumato.

Koh Samedi, la tranquilla Ao Wai

Koh Samedi, la tranquilla Ao Wai

Koh Samed, paradiso tropicale vicino a Bangkok

Ricca di spiagge di sabbia fine, bagnata da acque turchesi e favorita da un clima poco piovoso, la piccola Samed è una meta molto popolare tra i turisti stranieri e thailandesi. Per gli appassionati di spiagge tropicali ci sono molti motivi per scegliere Koh Samed, ma l’aspetto più importante è che si trova a soli 200 chilometri da Bangkok. Quindi se si parte al mattino presto, dopo tre ore di strada e 15 minuti di motoscafo, si può pranzare in spiaggia. Questo la rende particolarmente attraente ai residenti della capitale che vogliono trascorrere un weekend al mare o ai turisti stranieri che prima di ritornare a casa desiderano coronare la vacanza passando qualche giorno in una bella isola tropicale.

Koh Samed fa parte di un parco nazionale

Anche se non sembra, visto l’affollamento di resort e bungalow, la maggior parte dell’isola (esclusa la zona di Na Dan) fa parte del Parco Nazionale Khao Laem Ya-Mu Ko Samed. Questo parco è stato istituito nel 1981 e comprende l’arcipelago di Samed, con altre nove piccole isole, il promontorio di Khao Laem Ya e la spiaggia di Mae Ramphueng.

Una vivace vita notturna

Anche se non ai livelli di Koh Phangan, Koh Samed ha una vivace vita notturna. I venerdì e i sabato sera una moltitudine di giovani affollano l’isola, soprattutto le spiagge di Haad Sai Kaew e Ao Phai che ospitano importanti feste.

Molto tranquilla nei giorni feriali

Durante i mesi dell’alta stagione, l’afflusso di turisti thailandesi è concentrato nei fine settimana e nelle feste nazionali, tanto che è consigliabile prenotare una sistemazione con un buon anticipo. Nei giorni feriali le spiagge ridiventano molto tranquille. Nelle stagione dei monsoni possono essere quasi deserte.

Koh Samed, il principe e la sirena

Koh Samed, il principe e la sirena

Il principe, la sirena e l’orca

Passeggiando per Koh Samed facilmente ci si imbatte nelle statue di un principe che suona un flauto, di una sirena e di un’orca feroce. Quest’ultima accoglie i visitatori quando sbarcano sul molo di Na Dan, mentre le statue del principe e della sirena possono essere viste su un piccolo promontorio all’estremità meridionale di Haad Sai Kaew. Questi tre personaggi sono i principali protagonisti di un poema, il Phra Aphai Mani, scritto in versi da Sunthorn Phu, uno dei poeti più amati e autorevoli della Thailandia. Parte dell’epica è ambientata sull’isola di Koh Kaew Pitsadan, l’odierna Koh Samet.

Un po’ di geografia

Koh Samed è una delle isole della Thailandia orientale. E’ situata nel golfo della Thailandia, al largo della costa della provincia di Rayong, 220 km a sud-est di Bangkok, 70 km a est di Pattaya e 20 km da Rayong. Il porto turistico più vicino sulla terra ferma si trova a Ban Phe, 7 km a nord dell’isola.

Koh Samed è una piccola isola con una superficie di circa 13 kmq. La sua forma ricorda la lettera “T”, è lunga 7 km e nel punto più largo misura 4 km. La vegetazione tropicale copre l’80% dell’isola. Il porto principale si trova nel villaggio di Na Dan, situato lungo la costa settentrionale. Conosciuto come Koh Samed village, è il centro abitato più grande dove si trovano una clinica medica internazionale, la stazione di polizia, agenzie di viaggio, bancomat, il tempio buddista e negozi di ogni tipo. A sud del villaggio, si trova il centro visitatori e la biglietteria del parco nazionale, dove i turisti stranieri che vogliono accedere alla parte meridionale dell’isola devono pagare 200 baht per gli adulti e 100 baht per i bambini.

Mappa turistica di Koh Samed

Mappa turistica di Koh Samed

Quando andare

Koh Samed gode di un clima un po’ più asciutto rispetto a molte altre isole della Thailandia per cui è piacevolmente visitabile tutto l’anno. Ha due stagioni principali, una stagione calda e secca e una stagione delle piogge.

la stagione calda e secca

E’ l’alta stagione, il periodo migliore per visitare l’isola, che va da novembre a fine aprile, il mese più caldo. Le temperature di giorno scendono raramente sotto i 30°C e le piogge sono poco frequenti e di breve durata.

la stagione delle piogge

E’ la bassa stagione, che va da maggio a fine ottobre. Le temperature raggiungono comunque i 30°C e i temporali durano qualche ora, in genere nel tardo pomeriggio o nella serata. Si può comunque crogiolarsi sulle belle spiagge, trovando poco affollamento e prezzi più bassi.

Come raggiungere Koh Samed

Il piccolo porto di Ban Phe è il punto di partenza per motoscafi e traghetti per Koh Samet. La maggior parte dei turisti stranieri conosce questa piccola città solo come sosta per passare dall’autobus al traghetto, per un rapido spuntino o tuttalpiù per una notte in attesa della prima imbarcazione per Samed.

Arrivare a Ban Phe

Aereo

L’aeroporto più vicino è l’U-Tapao Rayong-Pattaya International Airport, situato 60 Km a ovest di Ban Phe, tra Pattaya e Rayong. Taxi e minibus collegano U-Tapao a Ban Phe.
L’aeroporto internazionale Suvarnabhumi di Bangkok si trova 175 chilometri a nord-ovest di Ban Phe. Almeno due minibus giornalieri lo collegano con i moli dei traghetti.

Autobus

Gli autobus di linea partono dal Ekamai Terminal di Bangkok ogni ora circa, dalle 7:00 alle 17:00. Il viaggio dura dalle 3 alle 5 ore, a seconda del traffico, e costa attorno ai 200 baht. I bus fermano al Nuan Thip Pier. Sempre da questo molo, ritornano a Bangkok ogni due ore, dalle 7:00 alle 18:00.

Powered by 12Go Asia system

Minibus

Diverse compagnie di minibus fanno la spola tra l’Ekamai Terminal e Ban Phe. Partono ogni ora, dalle 7:00 alle 18:00, e il viaggio costa 200 baht. A Ban Phe le biglietterie si trovano in prossimità dei moli. Come alternativa è possibile prendere un minibus da Ekamai o Mochit per Rayong, dove l’ultimo songthaew per Ban Phe parte alle 18:00. Dai moli partono minibus per altre destinazioni, come l’aeroporto Suvarnabhumi, Pattaya e il molo per Koh Chang.

Ferry e speed boat per Koh Samet

Da Ban Phe, i ferry e le speed boat partono da almeno 6 moli diversi. Fa eccezione il Jadet Pier, da dove partono solo i motoscafi per il Paradee Resort. Sono tutti relativamente vicini e offrono un’ampia gamma di servizi. Gli autobus e i minibus hanno il capolinea al Nuanthip Pier.

Ban Phe, la biglietteria del Nuanthip pier

Ban Phe, la biglietteria del Nuanthip pier

Vicino a questo si trova il Tarue Phe Pier che è il molo più popolare tra chi prende i motoscafi. Qui hanno la base due delle compagnie più affidabili, la White Shark e la Black Pearl. Per chi arriva dopo le 18:00, e non vuole dormire a Ban Phe, presso il molo municipale è possibile trovare motoscafi disponibili al trasferimento. Vicino a quasi tutti i moli ci sono aree di parcheggio custodite dove, per 100 baht al giorno è possibile lasciare la propria auto o moto.

Koh Samed, mappa schematica dei moli di Ban Phe

Koh Samed, mappa schematica dei moli di Ban Phe

I ferry sono vecchi pescherecci in legno, adattati al trasporto passeggeri. Sono molto lenti, il viaggio dura 40 minuti ma in una giornata di sole si può godere di un bel panorama. Per Nadan fanno servizio dalle 7:00 alle 18:00 e partono circa ogni ora, quando hanno raccolto almeno 20 passeggeri. Il biglietto costa 70 baht solo andata o 100 baht a/r. Sbarcati a Na Dan si devono pagare 20 baht, destinati a un fondo dedicato alla manutenzione del molo. Per Ao Wong Duean, ci sono partenze molto meno frequenti, in genere due al mattino e due al pomeriggio.

Ban Phe, i vecchi ferry in legno

Ban Phe, i vecchi ferry in legno

I motoscafi sono molto più veloci e attraversano in circa 15 minuti. Fanno servizio per tuttte le baie di Samed. Partono quando hanno raccolto almeno 10 passeggeri. Il prezzo del biglietto varia da 200 a 500 baht, a seconda della destinazione. E’ possibile noleggiarne uno privatamente con prezzi che partono da 2000 baht. Convengono se si viaggia con un gruppo numeroso, se si ha molta fretta o se diretti verso una delle spiagge più meridionali.

Koh Samed, Nadan Pier

Koh Samed, Nadan Pier

Come muoversi

Koh Samed è attraversata da un’unica strada che corre in prossimità della costa orientale ed è realizzata in cemento e autobloccanti. Da questa arteria partono le vie laterali, a volte sterrate e molto sconnesse, che portano alle varie baie.

Songthaew

Appena usciti dal Na Dan Pier si trovano i songthaew verdi che aspettano di caricare i turisti. Il prezzo del passaggio varia dai 20 ai 200 baht, a seconda della destinazione. Partono quando sono al completo, ma se si è di fretta è possibile noleggiarne uno privatamente a partire da 250 baht. Naturalmente possono essere fermati in qualsiasi punto dell’isola. Inoltre, parcheggiano in attesa di passeggeri vicino a Haad Sai Kaew, Ao Phrao e Ao Wong Duean.

A piedi

Alcune parti dell’isola, come da Ao Noi Na a Haad Sai Kaew e da Ao Tubtim a Ao Wong Duean, possono essere facilmente a piedi. Per muoversi più velocemente e comodamente è consigliabile noleggiare un mezzo.

Mountain bike

Per chi è sportivo, presso molti chioschi e resort, è possibile noleggiare mountain bike a partire da 200 baht al giorno. Si tenga presente che verso il sud la strada diventa collinare con numerosi saliscendi.

Scooter

Stesso discorso per gli scooter, che possono essere noleggiati per 400-500 baht al giorno, comprensivi del pieno di benzina. Si deve guidare con prudenza perché lungo la strada sono presenti numerosi dossi artificiali.

Koh Samed, Ao Lung Duam

Koh Samed, Ao Lung Duam

Le spiagge di Koh Samed

Le spiagge, quasi tutte dotate di sabbia bianca fine e mare trasparente, sono la principale attrattiva dell’isola. Koh Samed ne offre ben 14 in grado di soddisfare ogni gusto ed esigenza. Si va da quelle animate, gremite di resort e ristoranti, a quelle più tranquille ed esclusive. Alcune sono autentiche icone del paradiso tropicale. Nei post precedenti, le spiagge di Koh Samed prima parte e seconda parte, trovate di ognuna una foto e una breve descrizione.

Escursioni in barca

Un buon modo per visitare le calette nascoste e le spiagge attorno a Koh Samed, facendo pause per vedere pesci e coralli, è di farlo in barca. Potete unirvi a una delle escursioni di gruppo che partono da Hat Sai Kaew e Ao Wong Duan o affittare un motoscafo (con il conducente) tutto per voi. Alcuni offrono gite alle isole vicine come Koh Kham, Koh Kudee, Koh Talu e Koh Kruai. Le escursioni possono essere prenotate tramite agenzia di viaggio o direttamente dal vostro resort. I programmi e i prezzi sono molto simili. La maggior parte comprendono l’uso di maschere e pinne, pranzo, frutta e bevande. I prezzi partono da 400-500 baht. A titolo di esempio, potete consultare il sito dell’operatore Sinsamut.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.