Lampang
Destinazione Thailandia Il Nord

Lampang, guida alla visita

Templi, elefanti e carrozze a cavalli

Lampang, all’ombra di Chiang Mai

La maggior parte dei turisti si trattengono poche ore a Lampang, per visitare il Thai Elephant Conservation Centre e Wat Phra That Lampang Luang, proseguendo poi il loro cammino verso Chiang Mai e le provincie più a nord. Tuttavia, chi si fermerà più a lungo rimarrà sorpreso dall’affascinante e piacevolmente tranquilla atmosfera della città. Sebbene non sia esattamente un centro turistico di grido, ci sono molte cose da vedere che impegnano per un giorno o due, oltre a sistemazioni più che decorose e diversi buoni ristoranti. La grande provincia vanta ampie colline ancora boscose ed è sede di numerosi parchi nazionali.

La pianura attorno a Lampang

Emblemi della città sono le carrozze trainate da cavalli, mezzo di trasporto sopravvissuto solo qui a Lampang, e il gallo risalente ad un’antica leggenda. Il mito racconta che Indra inviò un gallo bianco per svegliare gli abitanti locali in modo che potessero fare l’elemosina al Buddha che stava per visitare la città. Dal gallo deriva anche uno degli antichi nomi di Lampang, Kukutthanakorn o città dei galli.

Il gallo, simbolo di Lampang

Geografia

Lampang è la terza città più grande del nord della Thailandia, capoluogo della provincia e del distretto omonimi. Situata 600 km a nord di Bangkok e 100 km a sud est di Chiang Mai, giace nella valle del fiume Wang, delimitata a ovest dalla catena Khun Tan e a est dalla catena Phi Pan Nam. Il fiume, un importante affluente del Chao Phraya, scorre attraverso la città. Sulla riva destra, leggermente a nord del centro attuale, si trova la parte più antica di Lampang, con molti monasteri e i resti delle mura della città.

Ratsadaphisek Bridge sul fiume Wang

Appena a ovest, c’è la parte risalente al 13° secolo, con altri templi e il mercato principale. Di fronte, sulla riva sinistra o a sud, c’è la parte moderna.
Talad Gao Road, strada che corre lungo il fiume, ospita belle residenze, stupendamente restaurate e risalenti al periodo d’oro, nonché alcune delle caffetterie e guesthouse più in voga. A sud di Lampang, lungo Phahonyothin Rd, ci sono diversi grandi centri commerciali e il nuovo aeroporto. Boonyawat Rd è la principale via commerciale che ospita la maggior parte delle grandi banche. Le stazioni dei treni e degli autobus si trovano ad ovest. In Thakroi Noi Road, appena oltre la torre dell’orologio, c’è un piccolo ufficio turistico che ha opuscoli in lingua inglese e una mappa molto utile. Sono aperti dalle 09:00 alle 16:30.

Mappa turistica di Lampang

Clima

Lampang ha un clima relativamente secco rispetto alle province vicine. “L’inverno” inizia dopo le ultime piogge, in genere novembre, e dura fino a marzo. É caratterizzato da giorni asciutti, soleggiati e abbastanza piacevoli con notti fresche e occasionalmente nebbiose. L’estate in genere va da marzo a giugno. La temperatura può salire fino a 40 °C in aprile, temporali nel tardo pomeriggio sono frequenti. La stagione delle piogge va da giugno a novembre e anche a maggio possono verificarsi piogge significative.

Grafico del clima di Lampang

Storia

Lampang è un’antica città che ha oltre 1300 anni di storia. Secondo cronache semi-leggendarie, fu fondata nel 680 dall’eremita Suphrom Ruesi per conto del principe Anantayot, figlio di Jamadevi, la mitica regina di Haripunchai, l’odierna Lamphun. La città fu prima chiamata Kelang Nakorn che divenne in seguito Nakorn Lampang.
Verso la fine del 13° secolo, nel giro di pochi anni, prima Hariphunchai e poi Khelang furono conquistate da Re Mengrai e divennero parte del Regno Lanna. Nel 1515, l’esercito siamese del Regno di Ayutthaya guidato dal Re Ramathibodi II espugnò la città. Tornata a far parte del territorio di Lanna, Lampang ne seguì le sorti quando il regno fu assoggettato nel 1557 dal Re Bayinnaung del Regno di Toungoo, diventando tributario dei birmani.
Nel 1765, da Lampang partì una delle quattro armate birmane che cinse d’assedio ed espugnò Ayutthaya nel 1767, ponendo fine all’antico regno siamese. Nel 18° secolo, durante una rivolta di Lampang guidata dal locale eroe Nan Thip Chang, il locale governatore birmano fu assassinato. Tale ribellione fu di aiuto ai siamesi per sottrarre al controllo dei birmani il Regno Lanna. I discendenti di Nan Thip Chang governarono la regione fino all’annessione al Siam di Lanna durante il regno di Re Chulalongkorn (Rama V).
La città dovette attendere fino al 19° e alla prima metà del 20° secolo per raggiungere il suo massimo splendore quando divenne importante centro dell’industria del teak.
Il futuro sembrava roseo fino a quando, negli anni ’60 e ’70, si aprirono nuovi collegamenti stradali con le città del nord e l’industria del disboscamento cadde in declino. Lampang ritornò quindi di nuovo all’ombra di Chiang Mai, ormai diventata saldamente capitale settentrionale del regno.

Arrivare e partire da Lampang

Aereo

L’aeroporto di Lampang è servito da Bangkok Airways e Nok Air. I vettori offrono entrambi voli diretti per Bangkok, Suvarnabhumi e Don Muang, rispettivamente. L’aeroporto si trova a breve distanza dal centro città, a sud di Phaholyothin Road.
Nok Air
Da Bangkok (Don Muang) a Lampang: tutti i giorni alle 07:20, 10,40, 12:55 e 18:00
Da Lampang a Bangkok (Don Muang): tutti i giorni alle 9:15, 12:30, 14:45, 19:15
Il prezzo del biglietto parte da 1200 baht.
Bangkok Airways
Da Bangkok (Suvarnabhumi) a Lampang: tutti i giorni alle 08:15, 12:35, 16:55
Da Lampang a Bangkok (Suvarnabhumi): tutti i giorni 10:20, 14:40, 19:00
Il prezzo del biglietto parte da 1500 baht.

Treno

La splendida stazione degli inizi del 1900, restaurata con cura, è un’attrattiva in sé e si trova non lontano da Chatchai Road, all’incrocio tra Thanon Surane e Prasan Maitri Rd. La stazione ha un deposito bagagli e numerose bancarelle di cibo e bevande nel parcheggio.
Lampang si trova sulla linea principale da Bangkok a Chiang Mai, quindi il treno è una buona opzione per raggiungere queste città.
In direzione di Chiang Mai, gli orari di partenza sono: 2:04, 5:01, 6:33, 10:01 e 17:33. Il costo del biglietto parte da 60 baht e il viaggio dura poco più 2 ore.
I treni partono in direzione di Bangkok alle: 8:37, 10:41, 18:04, 19:27 e 20:17. Se desiderate viaggiare di notte o su un espresso speciale dovrete prenotare in anticipo. I prezzi per Bangkok variano a seconda del treno e della classe di trasporto. Il viaggio dura dalle 9 alle 13 ore.

La stazione dei treni di Lampang

Autobus

La principale stazione degli autobus di Lampang si trova su Thanon Jantsurin, vicino a Phahonyothin Rd e non lontano dalla stazione ferroviaria. Molti autobus partono dal terminal Mo Chit di Bangkok, la maggior parte dei quali prosegue poi per Chiang Mai. Il viaggio dura 10-11 ore. Vi consiglio vip bus notturni da 24 posti al costo di circa 700 baht. Da Chiang Mai, molti autobus che partono verso destinazioni nel centro e nel nordest della Thailandia si fermano a Lampang. Il viaggio dura circa 1,5 ore e il biglietto costa circa 80 baht.

Auto

Da Bangkok, si prende l’autostrada 32 per Nakhon Sawan, poi l’autostrada 1, via Kamphaeng Phet e Tak, fino a Lampang. La distanza da Bangkok è di 600 km.

Muoversi a Lampang

Dalla stazione degli autobus o dei treni alla zona turistica, o viceversa, ci sono songthaew blu condivisi che costano 20 baht a persona e a passaggio. Altrimenti, quasi tutti i punti di interesse sono facilmente raggiungibili a piedi dalla zone di Talad Gao, Thipchang e Boonyawat Rd. Non ci sono tuk tuk in città. Songthaew verdi e gialli servono la provincia, partendo dalla stazione degli autobus e da altri punti strategici della città.
Trovate carrozzelle trainate da cavalli un po’ ovunque, e costano circa 200 baht per corsa per un giro nella zona. Un tempo erano una caratteristica comune di tutte le città di provincia thailandesi, ma per qualche ragione Lampang è l’unico posto che le ha mantenute. In genere offrono rotte turistiche fisse a partire da circa 200 baht per 10-15 minuti. Ad esempio lungo Talad Gao Road, attorno a Wat Prathat Lampang Luang o alla città vecchia. Occasionalmente si aggirano anche attorno ad hotel e altri punti strategici.
Riverside Guest House e pochi altri posti offrono il noleggio di scooter per 200 baht al giorno o biciclette per 100. La domanda superare l’offerta, quindi è una buona idea prenotare in anticipo.

Lampang, monumenti e attrazioni turistiche

Le principali attrazioni che vi terranno occupati per un’intera giornata sono i templi. Molti risalenti al periodo Lanna, sono un perfetto esempio dell’architettura del periodo. Oltre a questi, ne troverete alcuni in stile birmano, finemente decorati, che sono stati costruiti verso la fine del 19° secolo da facoltosi commercianti di legnami. Lampang è famosa per le ceramiche, al Dhanabadee Ceramic Museum troverete uno dei migliori produttori, le ben preservate case tradizionali in legno teak, il Thai Elephant Conservation Centre e alcuni piccoli parchi nazionali, con le loro cascate e sorgenti di acque termali.

Wat Phra That Lampang Luang

Wat Pratat Lampang Luang è come un grande museo d’arte ben conservato. Ci sono molte particolarità che non potrete vedere nemmeno a Chiang Mai. Mentre molti templi nelle altre province del nord sono stati restaurati usando moderne tecniche di costruzione, Wat Phra That Lampang Luang è uno dei pochi che ha mantenuto ben conservata l’architettura tradizionale Lanna.

Wat Phra That Lampang Luang

Wat Phra That Lampang Luang

Wat Phra Kaew Don Tao

Wat Phra Kaew Don Tao è il tempio principale di Lampang. Nel 15° secolo, Wat Phra Kaew Don Tao fu dimora per 32 anni del Buddha di smeraldo, il simbolo nazionale della Thailandia. Ospita un stupendo padiglione aperto sui lati, in stile birmano. Finemente decorato, è una meraviglia artistica.

Wat Chedi Sao Lang

Wat Chedi Sao Lang è noto per i suoi 20 chedi bianchi, che sono le strutture più importanti del tempio. Il più grande è al centro, mentre gli altri 19, più piccoli e di dimensioni uguali, sono disposti tutt’attorno. Insieme occupano una grande area quadrata al centro del complesso. L’architettura è un mix di stili Lanna e Birmano.

Wat Chedi Sao Lang

Wat Chedi Sao Lang

Wat Si Rong Muang

Wat Si Rong Muang è un bellissimo tempio, riccamente decorato, dallo stile architettonico molto particolare, che differisce notevolmente dai templi in stile Lanna della Thailandia del Nord. Il suo viharn è un’autentica meraviglia per gli occhi.

Wat Sri Chum

Wat Sri Chum è un altro stupendo esempio di architettura birmana. L’ubosot è un piccolo gioiello, racchiuso da proprie mura con l’ingresso sorvegliato da una coppia di leoni mitologici. L’edificio è sormontato da una grande guglia, circondato da altre più piccole. Al suo interno, si possono ammirare interessanti affreschi e un’antica statua del Buddha in stile birmano.

Wat Si Rong Muang

Wat Si Rong Muang

Wat Pongsanuk

Wat Pongsanuk mostra una straordinaria combinazione di stili architettonici e decorativi Lanna, birmani e cinesi. Similmente a Wat Phratat Lampang Luang, la parte meridionale del complesso è costruita su una collinetta artificiale. Il viharn principale è da ammirare perché unico nel suo genere.

Baan Sao Nak

Baan Sao Nak è un’imponente e antica casa in legno di teak, stupendamente conservata. La sua particolarità: è sostenuta da ben 116 pilastri in legno di teak. Baan Sao Nak comprende 3 strutture: la casa principale, un fienile, utilizzato come caffetteria, e un granaio, al di sotto del quale sono riposti oggetti usati in passato dai proprietari. Attualmente è un museo a gestione privata che appartiene ancora ai discendenti del primo proprietario.

Baan Sao Nak

Baan Sao Nak

Dhanabadee Ceramic Museum

Nel Dhanabadee Ceramic Museum conoscerete la storia dell’iconica “chicken bowl”, piccola ciotola per salse e dolci decorata con il disegno di un gallo. Vedrete tutti i passaggi della produzione, compreso l’appassionante opera dei decoratori. Nell’interessante showroom sono esposte le creazioni più moderne, alcune sono piccoli capolavori di design. Ovviamente c’è un negozio dove sono in vendita le ceramiche prodotte . Nella sezione delle seconde scelte avrete l’opportunità di acquistare delle buone occasioni a prezzi molto convenienti.

Le walking street di Lampang

Lampang ha due vivaci mercati serali che meritano una visita. Il primo si svolge lungo Wang Nuea Rd, appena fuori dal centro cittadino, ed è prevalentemente orientato al cibo. Si possono acquistare generi alimentari freschi o cibi cucinati al momento; inizia al crepuscolo e prosegue fino alle 21:00, ogni venerdì. Per acquistare souvenir, vestiti, oggetti d’artigianato, visitate invece Kad Kong Ta Walking Street. Avrete modo di conoscere la squisita cordialità dei venditori che espongono la propria merce direttamente dalle loro antiche case-botteghe. Alcune di queste sono state restaurate e trasformate, con notevole gusto, in negozi di articoli da regalo, caffè, ristoranti e guest house. Il mercato è attivo alla sera, nei fine settimana. Entrambi offrono intrattenimento musicale thailandese tradizionale.

Kad Kong Ta Market

Thai Elephant Conservation Centre

Ci sono pro e contro nel visitare gli elefanti, ma se volete andare in uno dei campi della Thailandia del Nord, il Thai Elephant Conservation Centre, è sicuramente uno dei migliori tra quelli che ho visto. I proventi di questo centro gestito dal governo finanziano iniziative di ricerca e di tutela degli elefanti. Il centro ospita circa 50 pachidermi addomesticati, tra cui 6 dei 10 elefanti bianchi reali.
Ci sono spettacoli giornalieri e un maneggio dove è possibile cavalcarli. Si può avvicinarli e interagire, dando da mangiare e scattando foto, visitare il vivaio con i cuccioli e le loro madri, visitare l’ospedale dove sono curati gli esemplari malati e guardare i mahout fare il bagno agli elefanti. Un bus navetta permette di raggiungere agevolmente tutte le aree del grande parco. Il centro ha anche un museo e un programma di formazione mahout. É una buona alternativa ai ben più costosi “santuari” di Chiang Mai.

Chae Son National Park

Chae Son National Park è nascosto nel nord della provincia di Lampang. É un gioiello da scoprire e offre ai visitatori la possibilità di vedere una zona della Thailandia naturalmente bella e meno conosciuta. Le principali attrazioni del parco le sue grotte, le cascate, i percorsi di trekking / escursionismo e file amose sorgenti termali naturali. Per i meno sportivi, c’è un sentiero naturalistico che conduce alla suggestiva cascata di Chae.

Thai Elephant Conservation Centre

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.