Chiang Mai Destinazione Thailandia Il Nord

Lamphun, antica capitale del Nord della Thailandia

Piccola città del nord dal glorioso passato

Lamphun, antica capitale

Lamphun è una piccola città, molto tranquilla e tradizionale, situata sulle rive del fiume Khuang in una valle circondata da montagne. La campagna circostante è punteggiata di risaie e frutteti dove si coltiva il logan, specialità del posto. E’ capoluogo dell’omonima provincia, sul cui sigillo è raffigurato il chedi del suo tempio più venerato, il Wat Phra That Hariphunchai.

Lamphun, Wat Phra That Hariphunchai

Lamphun, Wat Phra That Hariphunchai

È una delle città più antiche e continuamente abitate della Thailandia. Fu fondata nel 7° secolo e divenne per centinaia di anni una potente città-stato Mon, nota con il nome di Hariphunchai. Gli appassionati di storia e d’arte thailandese troveranno diversi siti interessanti, che possono essere visitati come escursione di un giorno da Chiang Mai.

Un po’ di storia

La storia di Lamphun è legata alla regina Chamatewi. In città, con questo nome c’è una strada, un tempio, un chedi e un memoriale. Come spesso accade in Thailandia, le cronache si mescolano così intimamente con le leggende che risulta impossibile distinguere il vero dal mito. La città fu fondata nel 7° secolo con il nome di Hariphunchai da due monaci, che ne vollero fare la capitale di un regno. Trovarono la sovrana nella lontana Lavo, l’odierna Lopburi, il cui re inviò la propria figlia Chamatewi a fondare il regno di Haripunchai. Secondo alcune leggende, la regina fu una donna straordinaria e contribuì alla diffusione del Buddhismo Theravada, nel nord della Thailandia. A sud del mercato, c’è un parco commemorativo con una statua in bronzo della grande regina, che a distanza di 1400 anni è ancora venerata dai thailandesi.

Lamphun, la statua della regina

Lamphun, la statua della regina

Sotto la sua guida Haripunchai divenne una potente città-stato, importante avamposto settentrionale della civiltà Dvaravati e centro di una piccola federazione di regni del nord. Haripunchai fu conquistata nel 1292 da re Mengrai, il fondatore di Chiang Mai, che riunì così tutto il nord sotto il Regno Lanna. Nei secoli successivi, Lamphun fu legata al destino di questo regno fino al 16° secolo, quando passò sotto il controllo dei birmani. La sottomissione durò fino alla fine del 18° secolo, quando al termine di una serie di guerre il Siam sottrasse Lanna al potere dei birmani. Se volete approfondire la storia di Haripunchai, c’è un ottimo articolo in italiano su wikipedia.

Dove si trova

Lamphun si trova 26 km a sud di Chiang Mai. La città ha all’incirca la forma di un ovale, con l’asse orientato da NE a SO, circa 1 km di lunghezza e 500 m di larghezza. E’ delimitata sul lato est dal fiume Khuang, un affluente del fiume Ping che fluisce da Chiang Mai, mentre sugli altri lati è circondata da un fossato. In origine, all’interno del fossato c’era una cinta muraria, in parte ricostruita in corrispondenza degli ingressi alla città e per un tratto lungo il fiume.

Come arrivare

Lamphun è facilmente raggiungibile in treno da Chiang Mai. Il viaggio dura circa 30’, con due treni per andare al mattino, alle 8:50 e alle 9:30, e un treno per tornare alla sera, alle 19:15. La stazione si trova 3 km a nord della città. Per raggiungere il centro, ci sono diversi songthaew in attesa all’uscita della stazione.
Gli autobus partono circa ogni ora, dalle 8:00 fino alle 18:00, dal Chang Puak bus terminal, situato a nord del Chang Puak Gate. I songthaew, di colore blu, partono appena a sud del Narawat Bridge, sul lato est del fiume. Autobus e songthaew fermano all’ingresso posteriore di Wat Phrathat. Per il ritorno, partono al di fuori del museo, di fronte all’ingresso ovest di Wat Phrathat.
Infine, a Chiang Mai si possono noleggiare con facilità auto (anche con autista), moto e biciclette. Il tragitto da Chiang Mai e Lamphun passa tra paesaggi agresti, per una strada piantumata con imponenti alberi risalenti al periodo di re Rama V.

Come muoversi

Lamphun può essere comodamente visitata a piedi. Per i siti più lontani, come Wat Phra Yuen, Wat Chamathewi e il santuario Ku Chang-Ku Ma è raccomandabile utilizzare un moto-taxi o un samlor. Non ci sono tuk tuk.

Lamphun, mappa della città

Lamphun, mappa della città

Che cosa vedere

Essendo una delle più antiche città della Thailandia, Lamphun è ricca di edifici storici di varie epoche, tra cui Hariphunchai, Lanna e Rattanakosin.

Wat Phra That Hariphunchai è il tempio più importante di Lamphun, uno dei più venerati della Thailandia e meta di pellegrinaggio. Il grande tempio, che si trova nel centro della città, è stato costruito sul sito dell’ex Palazzo della regina Chamathewi. Le sue strutture più interessanti sono il chedi Suwanna, un chedi piramidale che è uno dei pochissimi esempi superstiti di architettura Mon, e un chedi dorato in stile Lanna, alto 46 metri, nel quale si dice siano conservate reliquie del Buddha.

Lamphun, il chedi dorato di Wat Phra That Hariphunchai

Lamphun, il chedi dorato di Wat Phra That Hariphunchai

Il Museo Nazionale di Hariphunchai si trova di fronte all’uscita ovest del Wat Phra That. All’interno sono esposti oltre 2000 antichi manufatti che testimoniano la storia cittadina. Di particolare importanza sono le tavole in pietra con le inscrizioni che hanno permesso di tracciare la storia del regno.

Lamphun, il National Museum

Lamphun, il National Museum

Wat Mahawan sorge 300 metri ad ovest del Wat Phra That, al di fuori del fossato. Secondo una leggenda è stato fondato dalla regina Chamatewi nel 657. Al suo interno vi è un Buddha chiamato Phra Rod Luang. La statua fu portata da Lopburi e protesse la regina ed il suo seguito nel lungo e pericoloso viaggio di trasferimento ad Hariphunchai. La popolazione locale ha usato la statua come modello per la creazione di amuleti chiamati Phra Rod Mahawan.

Lamphun, Wat Mahawan

Lamphun, Wat Mahawan

Wat Chamatewi, conosciuto anche come Wat Kukut, si trova proseguendo verso ovest da Wat Mahawan. Il tempio è interessante per i suoi due chedi particolari. Il più grande ha un’insolita forma piramidale a gradoni. Appartenente al periodo Dvaravati, è l’esempio più antico rimasto di questo tipo. All’interno del chedi si pensa siano conservate le ceneri della regina Chamatewi.

Lamphun, Wat Chamatewi

Lamphun, Wat Chamatewi

Wat Phra Yuen è situato 1 km ad est del ponte che attraversa il fiume Khuang, di fronte a Wat Phra That. L’edificio più particolare è un grande chedi, che ha una base quadrata e al centro di ciascun lato c’è una nicchia che ospita una statua dorata del Buddha in piedi.

Lamphun, Wat Phra Yuen

Lamphun, Wat Phra Yuen

Ku Chang e Ku Ma sono due chedi in mattoni che si trovano solitari in aperta campagna, circa 2 km a NE dal fossato della città. Malgrado la posizione isolata, sono molto popolari tra i devoti del luogo. Una leggenda locale dice che i due stupa segnano i luoghi di sepoltura dell’elefante da guerra della regina Chamathewi (Khu Chang) e del cavallo di suo figlio (Khu Ma). Statuette di cavalli e di elefanti sono lasciate come offerte presso il piccolo santuario situato di fronte ai due chedi. Khu Chang è cilindrico senza una guglia, mentre Khu Mah è a forma di campana.

Lamphun, Khu Chang

Lamphun, Khu Chang

Il mercato principale di Lamphun, che si trova nel centro storico a sud di Wat Phra That, è un interessante diversivo alla visita dei siti storici. Il mercato è grande, vivace e si trova in vendita ogni tipo di genere alimentare. È un buon posto per mangiare un boccone, dopo la lunga passeggiata attraverso i templi, perché lungo tutto il perimetro ci sono diverse bancarelle che vendono cibo.

Il memoriale dedicato alla regina Chamatewi si trova appena a sud del mercato, alla fine di Inthayongyot Road. All’interno di un parco, si trova la statua in bronzo della regina. Alle spalle della statua, c’è un lungo muro dove si trovano bassorilievi raffiguranti la storia di Lamphun. Molti devoti frequentano ogni giorno il memoriale, lasciando fiori, cibo e statuette di elefante in offerta alla regina.

Lamphun, il Queen Memorial

Lamphun, il Queen Memorial

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.