Nakhon Si Thammarat, National Museum
Destinazione Thailandia Il Sud

National Museum, Nakhon Si Thammarat

Uno sguardo sulla storia della provincia

National Museum, ricca collezione di manufatti antichi

Il National Museum di Nakhon Si Thammarat ospita la più completa collezione di manufatti antichi della Thailandia meridionale. I visitatori sono accompagnati attraverso le radici storiche, eccezionalmente lunghe, della regione. Esaurienti descrizioni in inglese, accompagnano interessanti statue e altri reperti, la maggior parte dei quali sono stati scoperti all’interno della provincia.

Nakhon Si Thammarat, National Museum

Nakhon Si Thammarat, una delle sale del National Museum

Dove si trova

Il Museo Nazionale si trova all’estremità meridionale della città, poco più di un chilometro a sud di Wat Phra Mahathat. Per arrivarci, si possono utilizzare i songthaew blu, che corrono lungo Ratchadamnoen Rd. Il biglietto d’ingresso costa 150 baht. Aperto da mercoledì a domenica, dalle 9:00 alle 16: 00.

National Museum, la visita

La preistoria
Il museo inizia con un’esposizione dedicata alla vita preistorica, basata su scavi archeologici che hanno dimostrato che le persone vivevano nella zona fin da 6.500 anni fa. I punti salienti comprendono un tamburo in bronzo risalente a 2500 anni fa e collane con splendide perle di pietre dure, di diverse tonalità.

Le religioni
Si prosegue in una sezione dedicata alle prime religioni della zona, tra cui il Brahmanesimo e il Buddhismo Mahayana, sviluppatesi durante il regno Tambralinga e l’impero Srivijaya. Qui si trovano alcune delle sculture più suggestive del museo, tra cui statue di Vishnu, di Shiva danzante e lingam fallici di Shiva. Tra i vari reperti antichi del regno Srivijaja, si può ammirare una testa del Buddha in pietra del IX secolo.

Nakhon Si Thammarat, National Museum

Nakhon Si Thammarat, una delle sale del National Museum

Commercio e artigianato
Le sezioni del piano superiore si concentrano sull’importanza dell’area nel commercio e nell’artigianato, risalente a oltre un millennio. Tra le varie vetrine si possono notare ceramiche della dinastia Ming e Qing, che sottolineano l’importanza delle rotte commerciali marittime con la Cina, e ceramiche Kendi prodotte a Songkhla, che dimostrano come la penisola malese fosse un centro di produzione e non solo di commercio .

Le origini di Nakhon Si Thammarat
La visita termina con una rassegna sulla fondazione e lo sviluppo di Nakhon Si Thammarat. Una bacheca informativa descrive l’importanza del re Sri Thamma Sokarat, che si ritiene abbia supervisionato la costruzione di Wat Phra Mahathat. Un’altra tratta di un influente monaco che fondò diverse scuole nel tardo XIX secolo. Troverete anche marionette del teatro delle ombre, abiti in seta e ceste, come prodotti artigianali della zona.

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.