Destinazione Thailandia Il Centro Lopburi

Phra Prang Sam Yod, Lopburi

Il tempio delle scimmie

Phra Prang Sam Yod, il tempio delle scimmie

Phra Prang Sam Yod è il più famoso punto di riferimento di Lopburi ed uno dei più antichi. Si trova nel centro storico della città, su una lieve altura che fa da grande rotatoria spartitraffico, vicino alla stazione ferroviaria.

Phra Prang Sam Yod, le tre torri Khmer

Phra Prang Sam Yod, le tre torri Khmer

Phra Prang Sam Yod che si può tradurre in “santuario delle tre torri” è raffigurato nello stemma della provincia di Lopburi, dove è ritratto Shiva davanti al tempio.

Dove si trova

Phra Prang Sam Yod si trova su Vichayen Road, a circa 200 metri dalla stazione ferroviaria, vicino San Phra Kan Shrine. E’ aperto tutti i giorni dalle 8:00 alle 16:00. Il biglietto d’ingresso costa 50 baht.

Un po’ di storia

Phra Prang Sam Yod fu costruito quando Lopburi era sotto il controllo dell’impero Khmer. Fu probabilmente fondato alla fine del 12°secolo durante il regno di re Jaravarman VII, il re che costruì Angkor Thom, la capitale dell’impero Khmer, e il Bayon, il suo tempio-stato. Fu in origine un santuario buddhista dato che Jaravarman VII era un buddhista in contrasto con i suoi predecessori che erano indù. In seguito divenne un tempio indù e durante il regno di re Narai, nella seconda metà del 17° secolo, fu convertito di nuovo in santuario buddhista.

Le scimmie

Il suo aspetto è imponente, anche se non particolarmente interessante. La maggior parte dei visitatori è attratta dall’impressionante esercito di scimmie che popola il santuario.

Phra Prang Sam Yod, le torri e le scimmie

Phra Prang Sam Yod, le torri e le scimmie

Non andateci, se vi spaventa l’idea di aver addosso uno di questi simpatici animali. Se continuate però a camminare, avrete buona probabilità di non essere disturbati, ma appena vi fermerete state certi che qualche scimmietta, soprattutto gli esemplari più giovani, verrà a farvi visita.
Se al contrario cercate l’incontro ravvicinato, andate nelle ore meno calde, mattino presto e tramonto, e nei punti in ombra, magari muniti di un sacchetto di cibo per loro. Fate attenzione, perché sono sfacciate, invadenti e cercheranno di rubare tutto quello che possono. Per le donne, andate con i capelli raccolti.

Phra Prang Sam Yod, l'invadenza delle scimmie

Phra Prang Sam Yod, l’invadenza delle scimmie

Le tre torri

Phra Prang Sam Yod è formato da tre grandi torri in stile Khmer, costruite in arenaria e laterite. Quella centrale è la più alta, mentre quelle ai lati sono più piccole. I prang poggiano su una base non tanto alta e sono collegati tra di loro da un corridoio coperto a volta.

Phra Prang Sam Yod, le tre torri Khmer

Phra Prang Sam Yod, le tre torri Khmer

Le torri sono ornate con decorazioni in stucco che raffigurano creature mitologiche, di cui poco rimane oggi. Troppo “distratto” dalle scimmie, mi sono dimenticato di fotografare gli stucchi. Per rimediare, vi mostro una foto tratta da wikiwand.com.

Phra Prang Sam Yod, decorazione in stucco

Phra Prang Sam Yod, decorazione in stucco

All’interno del santuario erano custodite alcune statue del Buddha, attualmente esposte al Narai National Museum, sempre a Lopburi. Ora si possono osservare le rovine di due statue del Buddha e i soffitti in legno. Nel corridoio sarete tranquilli dalle scimmie, perché gli ingressi sono protetti da grate e cancelli.

Phra Prang Sam Yod, l'interno delle torri

Phra Prang Sam Yod, l’interno delle torri

Phra Prang Sam Yod, l'interno delle torri

Phra Prang Sam Yod, l’interno delle torri

Il viharn

Re Narai, re di Ayutthaya, aggiunse ad est delle tre torri un viharn in mattoni.

Phra Prang Sam Yod, le torri e il viharn

Phra Prang Sam Yod, le torri e il viharn

All’interno si può ammirare una bella statua del Buddha, seduto in meditazione. La statua si trova ora all’aperto.

Phra Prang Sam Yod, il Buddha nel viharn

Phra Prang Sam Yod, il Buddha nel viharn

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.