Destinazione Thailandia Il Nord Sukhothai

Wat Si Chum, Parco Storico di Sukhothai

Il Buddha più fotografato di Sukhothai

Wat Si Chum, il Buddha più fotografato di Sukhothai

Avvicinandosi a Wat Si Chum, già da lontano si intravede il grande Buddha, che scruta attraverso la fessura realizzata nell’edificio che lo ospita. E’ uno spettacolo suggestivo ed il tempio è il più fotografato del parco storico di Sukhothai.

Wat Si Chum, il mandapa

Wat Si Chum, il mandapa

Wat Si Chum si può tradurre in “il tempio dell’albero della Bodhi”, l’albero sotto il quale Buddha meditava al momento di raggiungere l’illuminazione. Il tempio è stato fondato alla fine del 13°secolo e dopo essere caduto in rovina è stato ricostruito nel 1950.
Dalla fotografia dall’alto, realizzata con un drone da Richard Barrow, si può vedere che il complesso comprende un viharn e un mandapa. Il viharn, del quale rimangono la base e alcune colonne, è situato davanti al mandapa.

Wat Si Chum dall'alto, da thailandfromabove

Wat Si Chum dall’alto, da thailandfromabove

Wat Si Chum si trova nell’area settentrionale del parco storico, al di fuori delle mura dell’antica città, non lontano da Wat Phra Phai Luang.

Il Mandapa

La caratteristica più evidente del tempio è il grande edificio squadrato, mandapa, situato appena dietro al viharn. Nella parete orientale c’è una singola e stretta fessura, alta quasi l’edifico. Attraverso questa entrata, si intravede il grande Buddha che occupa quasi completamente lo spazio a cielo aperto racchiuso dalla costruzione, che in origine aveva un tetto in mattoni a due falde, crollato e mai più ricostruito.
All’interno della parete del mandapa, spessa tre metri, c’è una scala (chiusa al pubblico) che sale a sinistra fino alla sommità dell’edificio, alle spalle della statua. Sul soffitto della scala vi erano delle lastre di ardesia sulle quali sono incise scene tratte dal Jataka, raffiguranti episodi delle vite del Buddha. Le lastre sono state rimosse e sono visibili nel Museo Nazionale Ramkamhaeng.

Wat Si Chum, il mandapa

Wat Si Chum, il mandapa

Il grande Buddha

Il mandapa ospita la grande statua del Buddha, in mattoni e stucco, realizzata in stile Sukhothai. Con i suoi 15 metri di altezza e 11 metri di larghezza è la statua più grande del parco storico.

Wat Si Chum, Phra Achana Buddha

Wat Si Chum, Phra Achana Buddha

Il Buddha, raffigurato in Bhumisparsha mudra, è chiamato Phra Achana, che si può tradurre in “colui che non ha paura”. La statua è imponente, l’espressione del viso è stupenda e infonde grande forza e serenità.

Wat Si Chum, particolare del viso del Buddha

Wat Si Chum, particolare del viso del Buddha

Le dita della mano destra, lunghe, affusolate e alte quanto un uomo, sono ricoperte da foglie d’oro lasciate dai devoti. La statua è ancora molto venerata dai Thailandesi.

Wat Si Chum, la mano del Buddha

Wat Si Chum, la mano del Buddha

La leggenda del Buddha che parla

Il Buddha “Phra Achana” è conosciuto anche come “Phra Pood Dai”, il Buddha che parla. Durante il regno di re Naresuan, nella seconda metà del 16° secolo, furono combattute molte battaglie contro i birmani. Una leggenda vuole che alla vigilia di una di queste battaglie, il re stabilì il campo davanti a Wat Si Chum e per incoraggiare i suoi soldati demoralizzati ideò uno stratagemma. Inviò all’interno del manadapa, salendo la scala interna fino ad una delle aperture, uno dei suoi soldati, alcuni dicono il re stesso, a tenere un discorso di incitamento. L’acustica dello spazio angusto e il fatto che l’oratore non poteva essere visto, fece credere ai soldati, galvanizzandoli, che il Buddha stesse parlando a loro. Un’altra leggenda vuole che l’esercito birmano fuggì alla vista della grande statua.

Wat Si Chum, l'ingresso al mandapa

Wat Si Chum, l’ingresso al mandapa

Altre strutture

A nord del manadapa, ci sono le rovine di un piccolo viharn e un mandapa che ospita un Buddha seduto.

Wat Si Chum, mandapa più piccolo

Wat Si Chum, mandapa più piccolo

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.