Destinazione Thailandia Il Nord Sukhothai

Wat Si Sawai, Parco Storico di Sukhothai

Uno dei templi più antichi di Sukhothai

Wat Si Sawai, uno dei templi più antichi di Sukhothai

Wat Si Sawai si riconosce facilmente per i tre grandi prang in stile Khmer. E’ uno dei templi più antichi del parco storico di Sukhothai. Fu costurito tra la fine del 12° e l’inizio del 13°secolo, prima della fondazione del Regno di Sukhothai. In origine fu un santuario induista dedicato a Shiva. Una statua della divinità indù su scoperta, all’inizio del 20° secolo, dal principe Vajiravudh, prima di diventare re Rama VI. In seguito, durante il Regno di Sukhothai, Wat Si Sawai fu trasformato in un tempio buddhista.

Wat Si Sawai, il tempio con i tre prang Khmer

Wat Si Sawai, il tempio con i tre prang Khmer

Come si può vedere dalla foto scattata da un drone, realizzata da Richard Barrow, il complesso di Wat Si Sawai è delimitato da un muro di cinta in laterite, mentre una seconda cinta circonda le tre torri ed il viharn principale. All’interno alberi maestosi ed un grande stagno rendono lo scenario spettacolare e spirituale. Fanno parte del complesso i tre prang e i tre viharn.

Wat Si Sawai dall'alto - da thailandfromabove di Richard Barrow

Wat Si Sawai dall’alto – da thailandfromabove di Richard Barrow

Wat Si Sawai è situato all’interno delle mura della città antica, circa 300 metri a sud-ovest di Wat Mahathat, vicino a Namo Gate.

I tre prang in stile Khmer

La caratteristica più evidente sono i tre prang a forma di pannocchia, molto ben conservati. La torre centrale è alta circa 15 metri, mentre le due ai lati sono un paio di metri più basse. I prang sono ricoperti di stucco bianco e sono posizionati su una piattaforma bassa, circondati dai resti di una galleria. I Khemr iniziarono la costruzione delle torri, ma le lasciarono incompiute. Nel corso del 15° secolo, nell’era Ayutthaya, furono completate in stile Lopburi.

Wat Si Sawai, i tre prang dal muro esterno

Wat Si Sawai, i tre prang dal muro esterno

I tre prang sono decorati con bassorilievi in stucco raffiguranti creature mitologiche come Naga, Makara e Kala.

Wat Si Sawai, bassorilievi

Wat Si Sawai, bassorilievi

Ai piedi di tutte e tre i prang, ci sono delle celle contenenti un piedistallo che un tempo sostenevano dei “linga”, sculture che rappresentavano Shiva.

I viharn buddhisti

Di fronte al prang centrale, c’è il viharn principale, le cui mura sono ancora in buone condizioni.

Wat Si Sawai, il viharn vicino al prang centrale

Wat Si Sawai, il viharn vicino al prang centrale

Di fronte a questo viharn, al di fuori della cinta muraria interna, se ne trova un altro di cui rimangono solo la base e le colonne. I viharn furono aggiunti quando il tempio fu convertito in un santuario buddhista. Su un lato e al di fuori della cinta muraria interna, c’è un altro piccolo viharn, di cui poco rimane.

Wat Si Sawai, il secondo viharn

Wat Si Sawai, il secondo viharn

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.